Dopo Ferragosto i nomi dei nuovi assessori

Written by on 6 Agosto 2018

«Dopo Ferragosto potremo rendere note le nuove deleghe e i nuovi assessori, perché stiamo valutando fra un’ampia rosa di candidati, tenendo conto che dobbiamo rispettare quanto previsto dalle quote di genere. Nel frattempo ci tengo a sottolineare ancora una volta che io e la giunta stiamo lavorando quotidianamente per tutti i settori della città, nessuno escluso.

Per la pesca, tramite il FLAG GAC Chioggia e Delta del Po continuano le iniziative di partecipazione ai bandi e l’attenzione verso il progetto ministeriale “Rete Natura 2000”: con tutti i sindaci coinvolti abbiamo espresso l’opportunità di uscire da logiche di tutela rigidamente imposte dall’alto e la volontà, nonché l’impegno, a trovare con il territorio le forme “più sostenibili” per la tutela e la protezione dell’ambiente marino dell’Alto Adriatico, secondo l’interesse e gli obiettivi che appartengono a tutti.

Altro esempio è l’Ogd, che sta funzionando bene: il nuovo manager è già impegnato a redigere il piano promo-commerciale; sto inoltre garantendo personalmente piena copertura al referato al turismo e al commercio, in collaborazione con l’assessore Angela D’Este. Gli eventi finora realizzati – anche quelli da giugno in poi – parlano da soli, perché sono stati tutti un grande successo: dalla sagra del pesce, alle iniziative sportive, fino al recente carnevale estivo, che è un’iniziativa portata in città proprio dalla nostra amministrazione.

Sto inoltre seguendo personalmente i Servizi Sociali e posso assicurare che il Settore è pienamente operativo ed efficiente: abbiamo acquisito tutti i finanziamenti stanziati a livello nazionale e regionale, abbiamo partecipato a tutti i bandi della Regione, solo in questi ultimi due mesi abbiamo sono iniziate 3 progettualità nell’area giovani, in questa settimana verrà aperto lo “Sportello Famiglia” e verrà formalizzata l’adesione al RIA (Reddito di inclusione attiva), abbiamo assegnato Corte Salasco alle associazioni di volontariato, ecc. Tutti i servizi istituzionali quali l’assistenza domiciliare agli anziani e ai disabili, la tutela dei minori, il ricovero degli anziani, i contributi ai cittadini in situazione di marginalità, l’erogazione degli assegni di cura domiciliare ai non autosufficienti assistiti a domicilio, ecc. continuano ad essere garantiti ed erogati ai cittadini».


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Current track

Title

Artist

Background