L’8 settembre è la Giornata Mondiale della Fisioterapia: In Ospedale a Chioggia un punto informativo

Written by on 7 Settembre 2018

L’8 settembre è la Giornata Mondiale della Fisioterapia: è un’opportunità per sensibilizzare il cittadino circa il fondamentale contributo che il fisioterapista può dare per la salute delle persone. Come ogni anno AIFI – Associazione Italiana Fisioterapisti – promuove diverse attività per la campagna legata a questa speciale Giornata con lo slogan: #LeManiGiuste. Ad aderire alla iniziativa anche i fisioterapisti della Unità Operativa di Terapia Fisica e Riabilitazione dell’Ospedale Madonna della Navicella di Chioggia della Ulss 3 che, per l’occasione, ripeteranno l’evento “porte aperte” che già in passato ha riscosso molto successo tra la cittadinanza.

Il personale sarà a disposizione dalle 8.30 alle 12.30 presso gli ambulatori e le palestre del sesto piano dell’Ospedale per fornire informazioni sulla professione del fisioterapista, sulle sue competenze e anche sulla importanza di affidarsi sempre a professionisti certificati evitando operatori abusivi (per questo il titolo della giornata è “Le mani giuste”).

“L’anno 2018 sarà ricordato – ha evidenziato il Direttore Generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben – come momento fondamentale per il riconoscimento professionale del Fisioterapista. In data 15 febbraio u.s. è entrata in vigore la legge n. 3 dell’11 Gennaio 2018 la quale ha previsto la costituzione dell’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione. Con il successivo decreto attuativo del 13 Marzo 2018 del Ministro della Salute, sono stati istituiti gli Albi di tutte le professioni sanitarie afferenti al citato Ordine professionale, fra cui l’Albo della professione sanitaria di Fisioterapista. Il raggiungimento di questo traguardo, a lungo inseguito dai fisioterapisti italiani, rafforza la professionalità, combatte l’abusivismo e concorre alla maggior sicurezza dei cittadini che debbano ricorrere a cure sanitarie”.

Si ricorda, infine, (dal sito AIFI) chi è il fisioterapista: “è un professionista della sanità in possesso di laurea o titolo equipollente, che svolge, in via autonoma, o in collaborazione con altre figure professionali sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione, valutando e trattando le disfunzioni presenti nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e viscerali, conseguenti ad eventi patologici, a varia eziologia, congenita ed acquisita”. “Nella nostra quotidianità – ha detto il responsabile della Unità Operativa Clodiense, il Dottor Andrea Roncato – siamo impegnati anche a tenere alta l’attenzione del paziente su chi è il vero fisioterapista, abilitato, serio. Che devono informarsi sugli operatori presenti sul territorio e che siamo a disposizione qualora emergano dubbi”.

Ecco le quattro regole fondamentali che possono aiutare i cittadini ad avere una ragionevole certezza di essere in buone mani, e non in senso metaforico (dal sito AIFI):
1) Verificare che il titolo di laurea sia stato rilasciato dall’Università Italiana e, in caso di titolo estero, che abbia ottenuto il riconoscimento dal Ministero della Salute;
2) Verificare l’iscrizione ad una delle associazioni rappresentative dei fisioterapisti, definite per decreto ministeriale;
3) Verificare se, durante la visita fisioterapica, è richiesta la visione della documentazione clinica esistente;
4) chiedere sempre il rilascio della corrispondente ricevuta fiscale, in caso di libero professionista.
Infine ecco anche alcune informazioni su chi NON E’ fisioterapista: i Diplomati Isef/Laureati in Scienze Motorie; i Chinesiologi; gli Osteopati; i Chiropratici; gli Schiatzuterapisti; i Massaggiatori Sportivi; gli Idrokinesiterapisti; i Posturologi.


Current track

Title

Artist

Background