Crocieristica, per Chioggia può essere la volta buona?

Written by on 14 marzo 2019

Riunione in notturna, a porte chiuse ed in gran segreto la scorsa notte nella sede di Venezia Terminal Passeggeri alla Marittima.

Tema dell’incontro il futuro delle crociere nella città della Serenissima e le alternative alle grandi navi in laguna. Un incontro che ha visto contrapporsi da una parte parlamentari, consiglieri comunali e regionali del Movimento Cinquestelle e dall’altra la VTP, società gestita dagli armatori che ha in gestione il terminal dello scalo veneziano. Ospite dell’incontro il provveditore Roberto Linetti, con VTP e 5Stelle che provano a trovare una soluzione condivisa.

La richiesta del ministro Toninelli ha senza alcun dubbio spiazzato tutti: “L’Autorità portuale deve approfondire entro 90 giorni tre ipotesi di progetto, cioè la spiaggia del Lido, Santa Maria del Mare, Chioggia”. Con l’ultima alternativa – quella dello scalo di Chioggia – preferita dagli armatori, in quanto vi sarebbe per lo meno un collegamento diretto con la terraferma, seppure questo risponda al nome della SS 309 Romea.

Tante soluzioni ma ancora tutto fermo quindi, con la stagione delle grandi navi che è oramai alle porte e che dopo sette anni dal naufragio della Costa Concordia e dal decreto Clini-Passera vedrà le navi da crociera passere ancora davanti a San Marco e in canale della Giudecca.


Current track

Title

Artist

Background