Pieri Pelù in concerto al Supersonic Music Arena di San Biagio di Callalta

Written by on 16 Novembre 2019

A grande richiesta Piero Pelù, il rocker più carismatico d’Italia, torna live per infiammare il pubblico con la sua travolgente energia. La voce più rappresentativa del rock italiano sarà in concerto con il nuovissimo “Benvenuto al Mondo Tour”, tournée che prevede nuovi bollenti live nei principali club italiani tra cui un’unica data nel Nordest del rocker toscano in programma domani,sabato 16 novembre al Supersonic Music Arena di San Biagio di Callalta (TV). I biglietti per il concerto, organizzato da Zenit Srl in collaborazione con Supersonic Music Arena, saranno ancora disponibili domani alle biglietterie a partire dalle 19.00. Le porte al pubblico apriranno alle 19.30 in attesa dell’inizio dello spettacolo che sarà alle 20.45 con il support act Alosi. A seguire il grande Piero Pelù live. Info su www.azalea.it.

Sul palco del Supersonic Piero sarà accompagnato dai Bandidos (Giacomo Castellano “James Castillo” – chitarra, Luca Martelli “Luc Mitraglia” – batteria, cori e sequenze, Dado Neri “Black Dado” – basso, doppia chitarra e cori), pronti ad infiammare il pubblico in un live show che si preannuncia sorprendente, grazie anche alla potenza del sound di Piero. La scaletta dello show prevede tutto il repertorio solista e dei Litfiba, da “La Preda” (1983) fino a “Picnic all’inferno” (2019), ultimo singolo dell’artista pubblicato nei giorni scorsi. Da sempre sensibile alle tematiche dell’ambiente e del clima (“Peste” 1988, “Woda Woda” 1990, “Stesso Futuro” 2002, “Tribù” 2006, “Intossicato” 2016, “Eutòpia” 2016), Piero Pelù riprende in modo musicalmente inaspettato il discorso cheGreta Thunberg fece nel dicembre 2018 a Katowice (Polonia) in occasione della COP24, elaborando un brano in cui la sua eclettica voce si incontra e si alterna con quella della giovane attivista svedese, in una sorta di “originalissimo duetto”. La potenza e il ritmo del rock, del blues e del gospel si fondono per creare un brano assolutamente innovativo, in cui il rocker conferma la sua eterna voglia di sperimentare e di allargare gli orizzonti della sua musica, senza mai perdere il suo marchio di fabbrica.

Piero Pelù, pseudonimo di Pietro Pelù, è un rocker italiano cofondatore del gruppo Liftiba. Nato e cresciuto a Firenze, si avvicina alla musica rock e punk a 8 anni. Dopo alcuni esordi con band locali, si unisce ad Antonio Aiazzi, Federico Renzulli, Gianni Maroccolo e Francesco Calamai fondando i Litfiba (1980), gruppo rock nel quale il cantante si fa subito riconoscere per la sua indole da frontman carismatico che lo contraddistingue. Nel 1986 la band pubblica “17 Re”, album considerato tra i capisaldi della new wave italiana. Fin dal loro esordio, i Litfiba accumulano un grande numero di concerti in giro per l’Italia, e grazie allo stile particolare che riunisce suoni mediterranei con le atmosfere anglosassoni, si fanno notare anche all’estero. Negli anni Novanta il gruppo si avvicina all’hard rock grintoso, e dopo la pubblicazione di ben cinque album, totalizzando tre milioni di copie vendute, Piero Pelù abbandona la band, dedicandosi alla carriera da solista. Debutta con “Il mio nome è mai più”, brano firmato da Ligabue e Jovanotti, con il quale ottiene subito un ottimo riscontro da pubblico e critica. Con il suo primo album da solista “U.D.S. – L’uomo della strada” (2002), certificato disco di platino prima ancora di essere pubblicato, prende le distanze dal passato rockeggiante, per poi riabbracciarlo nel 2006 con il disco “In faccia”. Nel 2009 viene ufficializzato il ritorno di Pelù come cantante dei Litfiba, celebrato l’anno dopo da una lunga tournée che godrà di un ampio consenso del pubblico e dal doppio album live “Stato libero di Litfiba”, certificato disco di platino. Dopo alcune pause dedicate ai progetti personali dei componenti della band, nel 2016 esce “Eutòpia”, il nuovo album firmato Litfiba, che in seguito verrà certificato disco d’oro. Nella sua trentennale carriera Piero Pelù ha collaborato con numerosi colleghi e amici, quali Gianna Nannini, Premiata Forneria Marconi, Dolcenera, Modena City Ramblers, Edoardo Bennato e Mina. Le diverse collaborazioni continueranno anche nel suo nuovo album di prossima uscita: il rocker ha già dichiarato che nel disco ci saranno alcuni inediti e che uno di questi porterà la firma e la voce di Manuel Agnelli.

Fra i prossimi concerti al Supersonic Musica Arena di San Biagio di Callalta troviamo il live di Francesco De Gregori, in programma il prossimo 6 marzo 2020. Biglietti in vendita, info su www.azalea.it . 

Tagged as

Radio Clodia

play your music

Current track

Title

Artist

Background