‘Bomba Day’: Tavolo di coordinamento in Prefettura per definire le misure di disinnesco e brillamento dell’ordigno in sicurezza

Scritto da il 30 Gennaio 2020

Si è tenuto questo pomeriggio in Prefettura a Venezia il quinto Tavolo di coordinamento con all’ordine del giorno il dispositivo di protezione in vista del “Bomba Day” di domenica 2 febbraio, dopo il ritrovamento di un ordigno d’aereo della seconda guerra mondiale di 500 libbre in via Ferraris a Marghera.

Convocati tutti gli enti interessati dall’operazione, coordinati dal Prefetto Vittorio Zappalorto: Questura, Comune di Venezia, Polizia locale e Protezione Civile, Polizia Stradale, Polizia di Frontiera, Polizia Ferroviaria, Guardia di Finanza, Carabinieri, 8° Reggimento Guastatori Paracadutisti, Raggruppamento Subacquei e Incursori, Capitaneria di Porto, Marina Militare, Vigili del Fuoco, Agenzia delle Dogane, Suem, Provveditorato Opere Pubbliche del Triveneto, Trenitalia, RFI, Grandi Stazioni, Autorità di Sistema Portuale, Regione del Veneto, Ente Zona Industriale, Enac, Enav, Save,Veneto Strade, ACTV/AVM, Confindustria, Associazione Veneziana Albergatori, Confcommercio.

Evacuazione popolazione

Per consentire lo svolgimento delle operazioni sarà necessario evacuare la popolazione residente compresa nel raggio di 1.816 metri dal luogo di ritrovamento dell’ordigno (circa 3.500 persone. In allegato elenco indirizzi e civici interessati). Dalle ore 6 le Forze dell’Ordine e la Protezione Civile saranno impegnate nelle operazioni di evacuazione, informazione e assistenza alla cittadinanza.

Dalle ore 6.00 alle ore 7.00 è stato disposto un servizio navetta gratuito da parte di Actv per raggiungere il Palasport Taliercio, individuato come punto di raccolta e area per l’ospitalità. Bus navetta, con partenza ogni 5 minuti, transiteranno da Viale San Marco, lungo le fermate Sansovino, Molmenti, Boerio, Forte Marghera fino al Taliercio. 

Per tutto il periodo di evacuazione sarà attivo uno specifico servizio anti sciacallaggio da parte delle Forze dell’ordine. 

Dalla giornata di oggi i volontari della Protezione civile hanno iniziato un’attività di informazione ‘porta a porta’ per avvisare correttamente cittadini, attività produttive, ricettive e imprese.

Divieto di circolazione 

  • Dalle ore 7 sarà vietata la circolazione dei mezzi privati e dei pedoni all’interno dell’area di sicurezza. Il ponte della Libertà sarà interdetto
  •  Dalle ore 7.30 sarà vietata la circolazione anche dei mezzi pubblici su gomma e rotaia
  •  Le linee bus Actv/Avm effettueranno modifiche di orario e interruzioni (vedi allegati)
  •  Le linee di navigazione Actv subiranno modifiche di orario e interruzioni (vedi allegati)
  • Resterà attivo il servizio People Mover da/per Tronchetto

Viabilità ferroviaria

  •  L’ultimo treno previsto in partenza da Venezia S.L. per Mestre è previsto alle ore 7.10 
  •  L’ultimo treno previsto in partenza da Mestre per Venezia S.L. è previsto alle ore 7.10 
  • I treni previsti in partenza da Venezia durante le fasi di disinnesco partiranno dalla stazione di Mestre (vedi allegato)

Traffico aereo

  •  Interruzione dei voli in arrivo e partenza dall’Aeroporto Marco Polo di Tessera dalle 8.30 alle 12.30

Tutte le fasi dello stato di emergenza verranno comunicate in diretta dalla Centrale operativa territoriale sul sito internet del Comune di Venezia e sui canali social Twitter, Facebook, Instagram, Telegram. Per informazioni della cittadinanza Call Center al numero 041041

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background