Verso una soluzione il problema delle case ex-fortini di Via Cicogna

Scritto da il 20 Febbraio 2020

Si avvia verso una risoluzione condivisa con i cittadini la questione di dieci unità immobiliari in via Cicogna, situate nella zona retrostante il santuario della Madonna della Navicella e inserite dal Comune nel 2013 nel piano delle alienazioni (delibera di consiglio n. 65/2013 ad oggetto “Approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari ai sensi e per gli effetti dell’art. 58 del D.L. 25 giugno 2008 n.112 convertito con la Legge 06.08.2008 N.133.). 

È dal 1994 che i residenti chiedono all’Ente comunale di acquistare queste case, in origine presumibilmente ex fortini, che insistono su terreno comunale e su cui negli anni gli inquilini hanno impiegato delle somme ingenti tra manutenzioni e tasse per risanamenti edilizi, mai portati a buon fine. 

«Si tratta di immobili sorti prima dell’obbligatorietà della licenza edilizia su tutto il territorio comunale e anche antecedenti al primo piano regolatore generale – commenta l’assessore all’urbanistica – perciò, come da impegno preso in occasione della commissione consiliare dello scorso dicembre sull’argomento, potremo restituire le somme versate dai cittadini, che, in futuro, potranno acquistare il bene dal Comune».

«Come per le case di Riva Lusenzo a Sottomarina, stiamo sciogliendo un po’ alla volta tanti nodi storici della nostra città – spiega il vicesindaco e assessore al demanio – in questo caso specifico di via Cicogna, si consente di rivitalizzare un patrimonio immobiliare comunale rimasto bloccato da procedimenti amministrativi aperti e mai conclusi. L’amministrazione ha dimostrato ancora una volta la volontà di affrontare e risolvere i problemi».

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background