Misure urgenti di solidarietà alimentare: Ecco chi ha diritto e come si accede

Scritto da il 2 Aprile 2020

La Giunta comunale ha approvato la deliberazione n. 65 del 02/04/2020 ad oggetto: “Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 29 marzo 2020 – Convenzione per la gestione delle misure urgenti di solidarietà alimentare”.

L’Ordinanza della Protezione Civile di domenica scorsa 29 marzo ha stanziato, con procedura d’urgenza, delle somme a favore dei Comuni per misure urgenti di solidarietà alimentare, al fine di di supportare i comuni interessati dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19. 
Al Comune di Chioggia è stata assegnata la somma di 336.121,61 euro.

Il Comune di Chioggia si è immediatamente attivato: i nuclei famigliari del territorio che versino in condizioni di disagio economico derivanti dall’emergenza epidemiologica in corso, con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico, potranno avere a disposizione degli aiuti per i fabbisogni alimentari.

GLI AIUTI ALIMENTARI VERRANNO EROGATI IN DUE FORME:
a) alle persone autosufficienti in grado di muoversi e camminare verranno consegnate a casa carte prepagate emesse dagli esercizi commerciali, utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso i principali esercizi commerciali del territorio;
b) alle persone non autosufficienti o comunque con capacità di mobilità ridotta (anziani, disabili, ecc.) verranno consegnati a casa pacchi alimentari e generi di prima necessità

IMPORTO DEL CONTRIBUTO ALIMENTARE:

Il contributo da erogare per coprire il fabbisogno settimanale (in generi alimentari o buoni spesa) è così ripartito :
€ 40,00 per un nucleo composto da una sola persona;
€ 70,00 per un nucleo composto da due persone;
€ 90,00 per un nucleo composto da tre persone;
€ 110,00 per un nucleo composto da quattro persone; 
€ 130,00 per un nucleo composto da cinque persone o più persone.

COME SI ACCEDE AL FONDO DI SOLIDARIETÀ ALIMENTARE:
1. Non è necessario presentare nessuna domanda. La richiesta va fatta dal cittadino ai Servizi Sociali esclusivamente per telefono, provvisoriamente ai seguenti numeri: 0415534000 e 0415534012(martedì-mercoledì-giovedì dalle ore 9:00alle ore 12:00 – il martedì e giovedì anche nel pomeriggio dalle ore 15:00alle ore 17:00). Entro lunedì 6 aprile verranno messi a disposizione n. 2 numeri verdi con chiamata gratuita.
2. I Servizi Sociali aprono immediatamente l’istruttoria con una rapida indagine, utilizzando le informazioni rese telefonicamente dai cittadini e mediante verifiche e controlli incrociati effettuati sulle banche dati pubbliche a disposizione. 
3. In caso positivo l’ammissione al contributo alimentare avverrà entro 24 ore dalla richiesta telefonica del cittadino, con la consegna al proprio domicilio della carta bonus spesa o del pacco alimentare da parte dei volontari attivati. 
4. Al momento della consegna il cittadino dovrà compilare un’autocertificazione con la quale dichiara il proprio stato di bisogno. L’autocertificazione va firmata e riconsegnata al volontario.
L’erogazione del sostegno alimentare avverrà a scorrimento dei richiedenti, fino ad esaurimento delle spettanze o delle risorse comunque disponibili.

LE CONSEGNE:

La consegna dei contributi alimentari ai cittadini avverranno tramite dei volontari direttamente al domicilio dei richiedenti, evitando il rischio di contagio da aggregazioni, file, e inutili spostamenti di persone:
– Le persone non autosufficienti o comunque con capacità di mobilità ridotta (anziani, disabili, ecc.) riceveranno a casa pacchi alimentari e generi di prima necessità
– Le persone autosufficienti con capacità di mobilità riceveranno a casa carte prepagate emesse dagli esercizi commerciali, utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso i principali esercizi commerciali del territorio

LA RETE DEI VOLONTARI CHE EFFETTUANO LE CONSEGNE:

Considerato che i Comuni, come prevede la stessa ordinanza della Protezione Civile, “per l’acquisto e per la distribuzione dei beni possono avvalersi degli enti del Terzo Settore, in particolare quelli attivi nella distribuzione alimentare realizzate nell’ambito del Programma operativo del Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD)”, l’amministrazione comunale ha individuato due associazioni del territorio, stipulando con esse una convenzione:

– associazione di volontariato “Carità Clodiense Onlus” (convenzionata per la distribuzione di alimenti FEAD, Organizzazioni partner capofila (OpC), gestore dell’“Emporio della Solidarietà” di Chioggia)
– e l’associazione di volontariato Centro di Solidarietà della Compagnia delle Opere “Anna Dupuis” (convenzionata per la distribuzione di alimenti FEAD, Organizzazioni partner Territoriali (OpT), gestore del “Banco Alimentare” di Chioggia).

Le associazioni di volontariato metteranno in campo direttamente più di 80 volontari, con il supporto di altri 54 della Croce Rossa e 20 giovani scout. Verranno utilizzati 2 furgoni della Caritas, 2 del Croce Rossa, 2 del Banco alimentare  e le autovetture private dei volontari , per un totale di circa 50 automezzi.

La convenzione con le associazioni rimarrà attiva fino all’esaurimento dei fondi (€ 336.121, 61). Potrà essere prorogata nel caso di successivi rifinanziamenti da parte del Ministero dell’Interno o di altre fonti di finanziamento.

«Costanza e concretezza è la risposta che stiamo dando ai nostri concittadini in difficoltà, al di là di ogni sterile polemica – commenta l’assessore alle Politiche Sociali Luciano Frizziero – voglio ringraziare tutti coloro che stanno contribuendo, con grande senso civico e dedizione, alla realizzazione del progetto».


Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background