L’appello della Guardia Costiera ai diportisti: “Accortezza nello stazionamento delle barche nelle zone intensamente frequentate”

Scritto da il 22 Maggio 2020

A seguito dell’entrata in vigore del Decreto Legge 33 del 16 maggio 2020 e del Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 e del presidente della giunta regionale nr.48 del 17 maggio 2020, possono essere svolte nelle acque marittime e lagunari e del lago di Garda tutte le attività nautiche nel rispetto delle norme previste per il distanziamento sociale e per le attività sportive contenute nei provvedimenti statali e regionali vigenti.

In questa delicata fase di ripartenza la Guardia Costiera ritiene necessario richiamare l’attenzione di tutti i fruitori del mare, della laguna di Venezia e del maggior lago italiano, sulla necessità di rispettare tutte le norme di settore relative alla pesca, alle attività balneari, alle attività sportive e nautiche in genere che sono contenute nella legislazione nazionale, regionale e nelle ordinanze locali.

Invitiamo tutti gli amanti del mare, del lago e della laguna ad adottare, mentre svolgono attività sportiva o ludica, la necessaria prudenza per contribuire a garantire un buon livello di sicurezza generale” spiegano dalla direzione marittima di Venezia. A tal proposito si raccomanda speciale accortezza nello stazionamento delle unità presso le zone intensamente frequentate.

Nell’ottica di gestire questa fase di riavvio dell’attività, la Guardia Costiera del Veneto e la Polizia Lagunare di Venezia, intensificheranno i propri controlli ponendo attenzione al rispetto delle disposizioni in materia di pesca sportiva, di contrasto del moto ondoso generato dalle unità in navigazione e di sicurezza della navigazione da diporto.

Fonte: Velaveneta.it

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background