Inceneritore di Fusina, avviato un tavolo di lavoro con il Ministro dell’Ambiente

Scritto da il 2 Luglio 2020

Si è svolto ieri mattina, in videoconferenza, l’incontro tra il ministro dell’Ambiente Sergio Costa e l’assessore all’ambiente della Regione del Veneto Gianpaolo Bottacin in merito alla vicenda dell’inceneritore di Fusina e delle sue tre linee autorizzative. 

Un incontro cordiale e collaborativo durante il quale si è convenuto di continuare a lavorare insieme, per poter affrontare tecnicamente la vicenda, valutarne compiutamente gli aspetti ambientali. Fin da subito il rappresentante veneto ha evidenziato una serie di valutazioni critiche in merito alla linea tre, che da progetto dovrebbe trattare i fanghi, per i rischi che potrebbero essere connessi al trattamento dei PFAS. Valutazione che è stata accolta favorevolmente dal ministro Costa. 

Si è deciso, quindi, di condividere tra i dirigenti di riferimento delle due istituzioni la documentazione in merito all’impianto, e, dopo circa 7 giorni lavorativi, sarà convocato un tavolo tecnico paritetico tra Ministero dell’Ambiente e Regione del Veneto, per poter compiutamente analizzare tutti gli aspetti e le ricadute ambientali del progetto. A valle di esso sarà poi convocata la conferenza dei servizi.

“Un incontro molto collaborativo e utile, stiamo lavorando insieme per il bene dei cittadini. Bisognerà valutare tecnicamente tutti gli aspetti e soprattutto le conseguenze ambientali dell’impianto”, ha commentato il ministro Costa.

“È stato un incontro positivo, all’insegna delle lealtà e della collaborazione, – conferma l’assessore regionale all’ambiente del Veneto Gianpaolo Bottacin – avendo fissato i tempi per il tavolo tecnico, l’impegno reciproco è che entro la metà di luglio sia conclusa l’analisi tecnica di approfondimento per poter prendere le decisioni del caso. Un impegno importante che dimostra che non sarà tralasciato alcun aspetto per arrivare ad una conclusione condivisa”.  

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background