Progetto ‘Facciamo Ecoscuola’, Chioggia vince ancora: Dopo la Galilei tocca alla Caccin

Scritto da il 23 Luglio 2020

Le scuole di Chioggia fanno il bis. Quest’anno è stata la ‘Caccin’ ad essere premiata, seguendo le orme del ‘Galilei’ nella passata stagione. Sono molto felice che, per la seconda volta, la mia città vinca questa competizione tra scuole, che si combatte a suon di progetti virtuosi. I fondi erogati agli istituti, che permettono di realizzare le idee di studenti e professori, arrivano dal taglio degli stipendi degli eletti del M5S, che vengono così reinvestiti nel mondo dell’istruzione.

“Nella seconda edizione dell’iniziativa benefica organizzata dal Movimento 5 Stelle ‘Facciamo Scuola’, – spiega la consigliera regionale Erika Baldin del Movimento 5 Stelle, originaria e residente a Chioggia, candidata alle prossime elezioni regionali nella circoscrizione di Venezia.- – che quest’anno guarda all’ambiente, prendendo il prefisso ‘Eco’, la Città di Chioggia vanta nuovamente un proprio Istituto Scolastico tra i vincitori del Veneto: la Scuola Primaria ‘Bruno Caccin’. Lo scorso anno, infatti, a vincere era stata la Scuola secondaria di primo grado ‘Galileo Galilei’, che fa parte anch’essa dell’Istituto Comprensivo Statale ‘Chioggia 5’. Il progetto vincitore, dal titolo ‘Per una scuola bio-etica’, prevede la sistemazione definitiva del campetto scolastico di basket/pallavolo, la messa in sicurezza della chiesetta sconsacrata che sorge nel complesso scolastico e la sua trasformazione in laboratorio/giardino, la risistemazione dell’orto e la creazione di un centro di osservazione delle dune naturali esistenti all’interno del perimetro del giardino stesso. Grazie ai fondi ricevuti verranno inoltre organizzate attività di educazione naturalistica, di educazione alimentare come l’orto bio, di risparmio e riciclo dell’acqua piovana e di sensibilizzazione al ‘plastic free’. “Questo nuovo successo – aggiunge Baldin – dimostra appieno la notevole vivacità del modo dell’istruzione di Chioggia e lo spirito di iniziativa degli insegnanti, che hanno programmato una serie di progetti coinvolgendo i ragazzi, che hanno spesse volte fornito un contributo determinante. Gettiamo così le basi per portare questi giovani a essere cittadini migliori, più partecipativi e coinvolti nella società civile. Sono particolarmente orgogliosa di averlo permesso, con il contributo del mio stipendio e di quello dei miei colleghi. La partecipazione, come si sa, è l’idea fondante del Movimento 5 Stelle”, conclude Erika Baldin.


Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background