Batteria San Felice: Il Comitato per il Forte accusa l’amministrazione

Scritto da il 19 Dicembre 2020

Dopo la notizia della prossima riapertura della Batteria San Felice, il comitato per il Forte presieduto da Erminio Boscolo Bibi, si scaglia contro l’amministrazione comunale.

In attesa di conoscere il testo della delibera che, in accordo con la società Mosella determina i nuovi orari di apertura a partire da febbraio 2021 – spiegano attraverso una nota dal Comitato Forte San Felice – con sorpresa verifichiamo però che i tempi di fruizione pubblica vengono letteralmente dimezzati. A mente degli orari stabiliti con la  convenzione del 2016 erano previste 77 ore settimanali nei mesi da maggio a settembre e 46 ore settimanali nei mesi di febbraio, marzo, aprile ed ottobre. Con gli orari previsti dalla nuova delibera quelle ore si riducono rispettivamente a 32,5 e 27,5!” 

Ricordiamo che l’apertura al pubblico della Batteria non è una gentile concessione della società Mosella, ma un obbligo che le deriva dalla Convezione sottoscritta con il Comune a seguito della variante approvata dal Consiglio Comunale. In cambio di quel permesso è previsto un vincolo ad uso pubblico della Batteria (mq 4949), con oneri di gestione e manutenzione completamente a carico della società, con le limitazioni orarie previste da una delibera di Giunta del 2015. Da ricordare che l’uso pubblico riguarda tutta la Batteria, non solo il rilevato erboso con i bunkers, ma anche la parte monumentale verso la riva, che invece è sempre stata preclusa ” prosegue la nota.

Chiediamo all’Amministrazione comunale – conclude il comitato – di rivedere quanto deliberato e chiediamo un pubblico confronto in merito. Abbiamo avuto notizia che la Soprintendenza ha effettuato un sopralluogo per verificare il rispetto delle condizioni previste nell’atto di alienazione: ne attendiamo gli esiti“.

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background