Capodanno, la Polizia Locale: Controlli nel web si, ma senza entrare nelle case

Scritto da il 30 Dicembre 2020

Dopo il tweet con il quale il sindaco di Chioggia Alessandro Ferro annunciava controlli nei social da parte della Polizia Locale di Chioggia, al fine di evitare, ed eventualmente anche sanzionare, l’organizzazione di feste private, è ora il comandante del Corpo – il dirigente Michele Tiozzo – ad intervenire sulla questione.

Attraverso una nota, pubblicata da alcuni siti di informazione locale e ribadita poi anche nel corso del Consiglio Comunale di ieri, Tiozzo afferma che “la Polizia Locale di Chioggia non è assolutamente contraria alle indagini sui social perché il Comando ha da sempre acquisito informazioni ai fini operativi presso le varie piattaforme social“.

Di recente – prosegue il dirigente – avevo dato indicazioni ai miei funzionari di verificare durante le Festività la possibilità di individuare eventi non autorizzati anche sul web. Voglio però precisare che l’obiettivo è quello di scovare feste private in locali da ballo o di altro genere che dovrebbero essere invece chiusi e dove è sempre possibile entrare anche nei momenti di chiusura perché diversi dal privato domicilio.”

Devo comunque precisare – conclude il comandante – che non è possibile accedere nelle abitazioni private, in quanto si può entrare solo su mandato del Giudice o in flagranza di reati gravi. Questo però non impedisce che, in caso di segnalazioni, si possano effettuare verifiche all’uscita dell’edificio, senza così ledere i diritti costituzionali. Ribadisco dunque la mia piena sintonia con il Sindaco ed invito a trascorrere il Capodanno nelle proprie abitazioni con gli strettissimi congiunti facendo attenzione alle regole di distanziamento e di protezione individuale”.

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background