Crisi trasporti, Dolfin (LV): “La Regione anticiperà le prime 4 mensilità di riparto e il 90% del Fondo nazionale dei trasporti”

Scritto da il 15 Gennaio 2021

“Problemi di gestione e di programmazione, riduzione delle corse e della capienza al 30, 50 o anche all’80%, perdite per i mancati introiti tariffari. Sono solo alcune delle difficoltà esposte ieri, durante la seduta della Seconda commissione consiliare, da tutte le aziende del trasporto pubblico locale della nostra regione, intervenute a palazzo Ferro Fini”.

Lo ricorda in una nota Marco Dolfin, Consigliere regionale del gruppo Liga Veneta per Salvini Premier, che aggiunge: “Oggi tutte queste aziende, anche quelle venete, seppur in salute e ben organizzate e tra le migliori a livello nazionale, dopo quasi un anno di pandemia, sono costrette a fare i conti con i bilanci in rosso. Ad aggravare questi problemi è anche l’incertezza sul ritorno a scuola degli studenti, che impedisce alle aziende di organizzarsi al meglio. A fronte delle tante promesse di ristori, sempre e solo annunciati dal Governo centrale, si continua a chiedere un aiuto forte alla Regione del Veneto, che ha fatto sempre la propria parte e che continuerà a farla. A breve, infatti, la Regione anticiperà le prime 4 mensilità di riparto e, successivamente, il 90% delle risorse del Fondo nazionale dei trasporti”.

“Non dimentichiamo – continua Dolfin – che la Regione del Veneto è stata tra le prime ad avere programmato in modo dettagliato, assieme alle varie aziende del trasporto pubblico locale e con la supervisione delle Prefetture, l’intero programma del piano di servizio trasporti per il rientro a scuola degli studenti, anche facendo ricorso a mezzi privati non di linea per corse di rinforzo e aggiuntive. Invece ad oggi, il Governo non ha fatto altro che donare molti annunci, ma pochi reali ristori economici”. “Chiedo quindi nuovamente – conclude il Consigliere – che il Governo si attivi quanto prima sia per lo stanziamento di risorse effettive, sia per una riforma del trasporto pubblico sempre annunciata, ma di fatto mai attivata”.

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background