La società regionale Veneto Acque ha trasferito a Veritas la condotta idrica Venezia-Chioggia

Scritto da il 15 Gennaio 2021

La società regionale Veneto Acque ha trasferito a Veritas parte della rete dell’acquedotto Savec, il Sistema acquedottistico del Veneto centrale. Un’infrastruttura molto importante, realizzata da Veneto Acque – in collaborazione con Veritas e i gestori idrici pubblici Acque Venete di Monselice ed Etra di Bassano del Grappa – all’interno delle province di Venezia, Padova, Rovigo e Vicenza.

Il Sistema degli acquedotti del Veneto centrale è formato da 150 km di tubi, nuovi pozzi di prelievo per 950 litri/secondo e nuovi serbatoi di accumulo capaci di contenere 7.000 metri cubi, con un investimento complessivo di 170 milioni di euro. Grazie al nuovo campo pozzi di Camazzole, nel Comune di Carmignano di Brenta (Pd), sarà possibile rifornire di acqua potabile di ottima qualità le aree orientali delle province di Padova, Rovigo e Venezia (Chioggia, Cavarzere e Cona). Circa 600.000 persone che attualmente utilizzano per usi idropotabili l’acqua del Po e dell’Adige, con costi di potabilizzazione elevati e qualità organolettiche mediocri.

In particolare, Veneto Acque ha ceduto a Veritas la grande condotta posata sul fondo della Laguna (800 mm di diametro) che parte da Venezia, dalla centrale di Sant’Andrea, e rifornisce Chioggia, Sottomarina e le isole di Lido e Pellestrina con l’acqua Veritas, parte di falda e parte potabilizzata nell’impianto di Ca’ Solaro, a Mestre.

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background