Montanariello (PD): “Nuovo focolaio record alla casa di riposo di Chioggia: fare chiarezza sulle cause ”

Scritto da il 18 Gennaio 2021

“Siamo preoccupati per il nuovo enorme focolaio di Covid-19 scoppiato alla casa di riposo di Sottomarina: 82 ospiti positivi su 159 e 42 operatori sono numeri che fanno paura. Vogliamo sapere se è stato fatto tutto il possibile per evitare nuovi contagi e quali misure sono state prese per tutelare anziani e lavoratori”. È quanto chiede in una nota, il consigliere regionale del Partito Democratico Jonatan Montanariello, commentando l’improvviso peggioramento della situazione all’Ipab Casson di Chioggia.

 

“A Natale la Casa di riposo Casson di Chioggia era Covid-free e proprio per questo non è chiaro come mai in un lasso di tempo così breve la situazione sia precipitata. ‘Colpa’ dei falsi negativi legati all’effettuazione dei test rapidi? – prosegue il consigliere – e ancora, potevano essere isolati i primi positivi, sposandoli in ospedale o in altre strutture Covid?”.

“Le Rsa e i loro ospiti hanno già pagato un prezzo pesantissimo a causa della pandemia, solo a Chioggia nella scorsa primavera ci sono stati 15 decessi. Queste strutture, non possono essere abbandonate alla buona volontà di chi le gestisce. Gli operatori, in tutto il Veneto, hanno denunciato più volte di essere costretti a lavorare in condizioni di emergenza, con turni massacranti a causa della carenza di personale e talvolta senza i necessari dispositivi di protezione individuale, dispositivi che vanno garantiti anche ai lavoratori delle cooperative esterne.  Chiedo alla Regione di fornirci un resoconto dettagliato della situazione in ogni singola struttura del Veneto, ma soprattutto di intervenire su due fronti: in primis, assumendo il personale necessario, in secondo luogo – conclude Jonatan Montanariello – fornendo i mezzi per operare in totale sicurezza, per loro stessi e per gli ospiti presenti nelle Rsa”.

 

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background