Domani in consiglio la discussione e approvazione del bilancio comunale

Scritto da il 29 Aprile 2021

Nella giornata di domani, venerdì 30 aprile, verrà discusso in Consiglio comunale (convocato in modalità videoconferenza, dalle ore 9.30) il bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2021-2023.

«Anche quest’anno è stato particolarmente complessa la redazione del bilancio triennale di previsione, in quanto prevedere l’andamento delle entrate che determinano la capacità di spesa dell’ente non è stato semplice, visto il perdurare della pandemia da Covid-19 – spiega Daniele Stecco, assessore al Bilancio e ai Tributi –. Diversi capitoli di entrata hanno subito delle riduzioni rispetto al valore medio storico e anche per quanto riguarda i ristori del governo, abbiamo momentaneamente ripreso la quota non impegnata del 2020 e non appena arriveranno i nuovi stanziamenti aggiorneremo il bilancio».

Tra le varie difficoltà che hanno inciso fortemente sul bilancio si annoverano: l’accantonamento del fondo crediti di dubbia esigibilità (verso TARI, Sanzioni del codice stradale, sanzioni amministrative, ecc) che dal 95% di accantonamento previsto nel 2020, passa per normativa al 100%, con un incremento di 800 mila euro.

«Questo vincolo normativo – continua l’assessore Stecco – ha comportato la necessità di contenere alcune spese non fondamentali e, allo stesso tempo, ci ha visto costretti a riconfermare per il 2021 l’aliquota del 0,8% dell’addizionale comunale all’Irpef, già approvata con il bilancio 2020, per non procedere con il taglio ingente di spese come per i servizi sociali, manutenzione di scuole, strade, che avrebbe creato un maggior danno alle persone più fragili e alla città generale. Inoltre, sempre a tutela delle fasce di reddito più deboli, per il 2021 abbiamo aumentato la soglia di esenzione da 15.000 a 17.000 euro».

Per il 2021 si prevedono entrate correnti di natura tributaria e contributiva pari a 35 milioni di euro; trasferimenti correnti 7 milioni; entrate in conto capitale 8 milioni ed entrate extra tributarie 6 milioni di euro. Per un totale di 56 milioni di euro.

Dettaglio entrate tributarie:

 IMU: 10 milioni. La riduzione di 400 mila euro quest’anno è dovuta all’esenzione dell’acconto Imu prevista dal governo per gli immobili a vocazione turistica per le aziende turistiche evitando la rata di giugno.
 Tari: 14 milioni, al momento si è indicato il valore del 2019 in quanto il PEF e tariffe saranno approvate a giugno 2021 e in quell’occasione si andrà, come già indicato, ad applicare la riduzione delle tariffe del 9,6% approvate a fine 2020

 Addizionale comunale all’Irpef: entrata complessiva di 3.680.000 euro (2.220.000 nel 2020) prevedendo un’aliquota unica del 0,8% per i redditi superiori a 17 mila euro (anziché 15.000 nel 2020)
 Fondo di solidarietà: 6,8 milioni

 Canone unico si tratta di un di tributo di nuova istituzione, frutto dell’accorpamento di COSAP, Imposta sulla pubblicità, CIMP e diritto sulle pubbliche affissioni, TARI mercatale. 1,2 milioni
 Imposta di soggiorno per il 2020: prudenzialmente previsti 880 mila euro visti i mesi di lockdown e la difficoltà di far ripartire il settore turistico nei primi mesi estivi

Per il 2021 si prevede una spesa corrente complessiva di 53,5 milioni di euro, ben 11 milioni in più rispetto all’anno precedente, e ben 52.2 milioni per la parte in conto capitale un incremento notevole di 44 milioni di euro.

«Interventi che si concentrano in quest’anno a seguito dei finanziamenti della Legge Speciale degli ultimi anni e per la realizzazione di opere con i fondi dei patti territoriali, Feamp e Interreg e dall’applicazione del fondo pluriennale vincolato, che riprendono tutti i numerosi investimenti avviati negli ultimi quattro anni. Il bilancio – conclude l’assessore Stecco – si può dire che chiuderà sostanzialmente in pareggio. Questa fase previsionale è necessaria per liberare le risorse necessarie agli uffici per proseguire le proprie attività e non frazionate di mese in mese e poi, con l’approvazione a breve del rendiconto 2020, avremo un avanzo di bilancio libero di circa 1 milione e 800 mila euro, da aggiungere ai capitoli del bilancio previsionale, con più fondi anche per il rilancio della città e il sostegno alle attività economiche».

Aggiunge il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Marco Veronese: «L’approvazione del bilancio è fondamentale per il via libera al piano triennale delle opere pubbliche. Parliamo, nel concreto, dell’affidamento del primo stralcio del nuovo lungomare, per il completamento del teatro Astra e dell’attraversamento pedonale di via del Boschetto. Nel caso il bilancio non venisse approvato – conclude il vicesindaco Veronese – altri importanti temi vedrebbero uno stop, come i due importanti protocolli d’intesa per la nuova sede dei Vigili del fuoco e del commissariato di Polizia di Stato».

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background