Approvato il bilancio, critiche dalle opposizioni

Scritto da il 1 Maggio 2021

È stato approvato ieri dal Consiglio comunale il bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2021-2023. Forti le critiche arrivate alla maggioranza da parte delle opposizioni, tra tutte quelle di Forza Italia.

Il Bilancio di previsione appena votato deve essere considerato come l’epilogo di un bilancio di mandato fallimentare, dove le conseguenze della sua approvazione devono corrispondere a quello che concretamente è successo in questi 5 anni e che di seguito riassumiamo” ha commentato Beniamino Boscolo Capon.

Prendendo i dati del bilancio 2016 e quelli di quest’anno, va evidenziato che la Giunta grillina capitanata dal Sindaco Ferro da quando si è insediata, ha messo mano nelle tasche dei cittadini in maniera importante con un aumento delle entrate tributarie per 1,6 Mln di euro in più dalla precedente Amministrazione ( da 34,3 a 35,9 milioni) e delle entrate extra-tributarie per 2,4 Mln (da 3,9 a 6,4 milioni): quindi possiamo tranquillamente ritenere che le tasse a Chioggia, in questi 5 anni sono aumentate di 4 milioni di euro in più rispetto la precedente Amministrazione” continua il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale.

L’amministrazione a suo tempo poteva sbloccare 39 milioni di euro in più, già nelle casse comunali, risorse da spendere per opere in Città che dovevano, anno per anno, assottigliarsi, ma che invece sono aumentate perché le opere non si sono realizzate portando un avanzo presunto di circa 88 milioni. Perché? E presto detto: nel Titolo Secondo dei vari bilanci che si sono susseguiti l’importo del previsionale rispetto al consuntivo avevano un delta notevole con percentuali bassissime di realizzazione: nel 2017 previsti 19 milioni di opere e spesi solo 900 mila (5%); nel 2018 su 18 milioni realizzate solo 3,6 (19%);  nel 2019 su 36 mln solo 7mln (20%), e arriviamo all’anno scorso che su 60 solo 8 milioni spesi (14%). Quanto può essere credibile la previsione del Bilancio 2021 che prevede 52 milioni di opere sul territorio?” conclude Beniamino Boscolo.

Gli ex consiglieri Bullo, Bonfà e Padoan affermano: “Nel corso del nostro mandato consiliare ci siamo sempre battuti per il recupero dei crediti da mancato pagamento delle tasse, anzi questo è stato uno dei motivi di attrito nei confronti di gran parte della giunta, che non ha mai voluto impegnarsi veramente per questa causa. Ne discutevamo praticamente ad ogni incontro con la giunta, a dire il vero in accordo con tutto il resto del gruppo. Proponemmo e votammo a maggio 2019 una modifica del regolamento di polizia urbana che dava la strumento “forte” per il recupero dei crediti, ma, nonostante l’intero gruppo consiliare diede una sorta di ultimatum alla giunta per applicarlo, rimase tutto inascoltato. Lo scorso anno, quando si ebbero le prime avvisaglie di un probabile aumento, proponemmo all’assessore al bilancio di evitare l’aumento alle fasce più basse, applicandolo progressivamente alle altre, ma ci venne risposto che non si sarebbe potuto, in quanto la maggior parte dei proventi derivava proprio da quelle fasce. Oggi, invece, apprendiamo che, sotto scacco da parte di PD e Chioggia Viva che altrimenti non voterebbero il bilancio facendo cascare l’amministrazione, si è alzata la soglia di esenzione, trovando la soluzione rispetto a ciò che, quando lo chiedevamo noi, era ritenuto impossibile”.

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background