Notizie Locali

Fermo pesca, Montanariello: “No alla riduzione dell’indennità giornaliera, basta accanimento sul comparto ittico”

today28 Luglio 2021

Background
share close

“Ridurre l’indennità giornaliera per il fermo biologico significa dare un’altra mazzata al comparto ittico. Se a questo si aggiungono le norme per la riduzione dello sforzo di pesca e quindi delle attività, introdotte a livello europeo, il quadro è semplicemente drammatico. Ci sono migliaia di lavoratori che non possono essere considerati di serie B, devono essere tutelati”. In una nota, i Consiglieri regionali del Partito Democratico Jonatan Montanariello e Francesca Zottis si schierano a fianco dei pescatori: “Stiamo parlando di un’indennità già bassa, 30 euro al giorno, a cui ne vanno tolti 2,5. È il momento di pensare anche per questo settore ad ammortizzatori sociali veri e stabili. La pesca è fondamentale non solo per l’economia delle province di Venezia e Rovigo, ma dell’intero Veneto e di tutta Italia: dovremmo sostenerlo, così invece rischiamo di affossarlo”.

“La pandemia – concludono i due Consiglieri – ha dato un pesante colpo a una situazione già critica sul fronte occupazionale: tagliare le già basse indennità non è la soluzione migliore per guardare con ottimismo al futuro”.

Written by: Redazione

Rate it

Previous post

Notizie dal Veneto

Grave maltempo in Veneto: Zaia attiva procedura dichiarazione stato di crisi

Il Presidente della Regione, Luca Zaia, ha già avviato le procedure per la dichiarazione di stato di crisi determinato dalla grave ondata di maltempo che ha colpito in queste ore il Veneto, dove i soccorritori hanno già effettuato più di 150 interventi, soprattutto nelle aree più colpite: il trevigiano, il padovano, il vicentino e il veneziano. “E’ un atto doveroso – dice Zaia – di fronte a una criticità che […]

today28 Luglio 2021


0%