Ripascimenti dei litorali di Isola Verde e di Sottomarina: Ieri un incontro Tra Regione, Comune ed operatori balneari

Scritto da il 9 Maggio 2022

Ripascimenti per i tratti meridionali dei litorali di Isola Verde e di Sottomarina e correttivi per rendere finalmente efficiente la diga soffolta.

Questo hanno chiesto ieri i responsabili di Gebis e Cisa camping in un incontro richiesto al Genio civile del Veneto, alla presenza dell’assessore al Demanio turistico Serena De Perini e della dirigente Daniela Ballarin.  Da anni gli operatori chiedono maggiori attenzioni per i litorali di Chioggia, soggetti a continui fenomeni erosivi con impatti evidenti dal punto di vista ambientale e turistico.

«Abbiamo fortemente voluto questo incontro», spiega Gianni Boscolo Moretto, presidente di Gebis, «per evidenziare quelle che sono le criticità in questo momento. Anche grazie allo studio commissionato dal Comune per aggiornare la linea di costa, abbiamo potuto dimostrare come negli anni il nostro litorale abbia modificato la fisionomia. Alcune zone, sopratutto verso le dighe, hanno subito forti ripascimenti, altri come quella che va dal Granso Stanco al Brenta, e quella a sud di Isola Verde, hanno invece subito erosioni consistenti. La zona centrale è rimasta pressochè invariata. Abbiamo chiesto che queste aree vengano ripristinate e abbiamo trovato disponibilità nel Genio civile. Ci ritroveremo a inizio settembre per definire un intervento di ripascimento da far partire in ottobre. Importante la presenza dell’amministrazione comunale a cui rinnoviamo il nostro appello a collaborare, anche in termini economici, col Genio civile per questi interventi».

Altro neo da sciogliere quello della diga soffolta, realizzata da diversi anni, ma non ottimale nel funzionamento. «Non è ancora chiaro se la diga sia stata o no collaudata», spiega Luciano Serafini di Cisa camping, «il primo passo da fare è verificare questo passaggio. Se non è stata collaudata, occorre procedere velocemente con un collaudo per poi intervenire con dei correttivi che rendano efficiente la sua realizzazione. Oggi è pericolosa per chi naviga e per chi fa balneazione e ha effetti sulle correnti che si traducano in fenomeni erosivi in punti mai stati soggetti a erosione. L’incontro col Genio civile è stato costruttivo e abbiamo ripreso un rapporto di confronto e collaborazione per noi essenziale. Nell’incontro di settembre ci auguriamo di avere contezza degli interventi in programma per l’area più disastrata di Isola Verde, ma anche per Sottomarina su cui al momento non ci sono risorse a disposizione».

Massima disponibilità al confronto anche da parte dell’amministrazione comunale. «Abbiamo colto subito l’occasione di questo incontro per dimostrare ancora una volta quanto l’amministrazione sia vicina agli operatori balneari», spiega l’assessore De Perini, «Sul tema dei ripascimenti, proprio grazie ai rilievi batimetrici in possesso, che vedranno dei continui monitoraggi, confidiamo in una sinergia tra Ente e Genio civile, affinché gli interventi possano vedere protagoniste le aree più in crisi del nostro litorale. Riaprire un dialogo anche sulla questione della diga soffolta è importante per le categorie coinvolte. Attendiamo quindi settembre per un nuovo confronto».

Taggato come

Radio Clodia

play your music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background