Notizie Locali

I siti culturali e paesaggistici di Chioggia mappati tramite un QrCode dagli studenti

today31 Maggio 2022

Background
share close

«Educazione, cultura, turismo e creatività si fondono in un progetto scolastico molto utile per la città, non sono per i turisti, che potranno conoscere in modo semplice e pratico le informazioni sui nostri monumenti, ma anche per i cittadini, per approfondire e appassionarsi ancora di più, come del resto hanno già fatto i ragazzi, alle bellezze del nostro territorio, che ciascuno di noi è chiamato a custodire e a diffondere. È impressionante come gli studenti abbiano avuto la capacità di concretizzare un progetto del genere, che ha visto l’amministrazione comunale come supporto alla scuola nelle relazioni con la Soprintendenza. Il lavoro, in progress, per ora ha mappato e raccontato tramite il QR code otto siti: Forte San Felice, Murazzi, Loggia dei Bandi, Palazzo Municipale, Stendardo, Ponte di Vigo, Colonna di Vigo e San Domenico. Un plauso alla dirigente, agli insegnanti e ai ragazzi per aver avuto accesso a questo importante bando ministeriale» così l’assessore all’Istruzione Daniele Tiozzo Brasiola.

Il progetto “QR…Codiamo Chioggia” rientra nel macroprogetto “Piano delle Arti” introdotto dal Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 60. L’Istituto Comprensivo Chioggia 4, ovvero le classi seconde e una classe terza del plesso Nicolò De Conti, hanno realizzato un progetto di utilità sociale e culturale: con l’utilizzo di metodologie innovative, quali il service learning e l’approccio trialogico, hanno provveduto a una mappatura dei siti culturali e paesaggistici del Comune di Chioggia.

Perché un’iniziativa del genere da parte di una scuola del primo ciclo? La dirigente dell’Istituto Comprensivo Chioggia 4, Simonetta Boscolo Nale, individua molteplici motivazioni: dalla scuola come agenzia educativa che propone servizi alla cittadinanza, agli alunni e studenti autori nella realizzazione di artefatti; dallo sviluppo del senso di appartenenza attraverso la conoscenza del contesto in cui si vive, allo sviluppo del senso critico, della motivazione e dell’intraprendenza personale. Non da ultimo, il coinvolgimento delle famiglie e la cittadinanza e la divulgazione della cultura.

«Il progetto è partito dall’individuazione dei siti attraverso consultazione di libri, di riviste specializzate e l’aiuto di esperti e di associazioni sul territorio – spiega la dirigente dell’Istituto Comprensivo Chioggia 4, Simonetta Boscolo Nale – dal Comitato Forte San Felice, a Erminio Boscolo Chio, Pierluigi Bellemo e molti altri. Da qui, la realizzazione di schede progetto per ogni sito. La costruzione dei testi da trasporre in file audio, per la cui realizzazione sono stati avviati degli audit (casting) gestiti da docenti e studenti per scegliere le voci e le modalità migliori. È stata, poi, costruita una pagina web in cui inserire tutti i file audio nelle diverse lingue e realizzare dei qrcode per ogni sito al fine di permettere alle persone che abitano a Chioggia o che la vengono a visitare, di apprezzarla in tutto il suo splendore. Mettere, quindi, al servizio di tutti la cultura in una relazione di ecologia delle idee. Chioggia – conclude la dirigente  dell’Istituto Comprensivo Chioggia 4, Simonetta Boscolo Nale – in fatto di patrimonio culturale offre l’imbarazzo della scelta. L’amore per tale patrimonio e per la città ha portato gli studenti e i docenti a sviluppare le ricerche anche in diverse lingue comunitarie: inglese, francese e tedesco. L’attività ha impegnato tutti sia in orario curricolare sia in orario extracurricolare, ha unito la cultura classica con modalità mediali e digitali tipiche delle nuove generazioni, le quali saranno viatico per la diffusione allargata della cultura locale».

Il progetto è in progress. Per il prossimo anno è, infatti, prevista la mappatura di ulteriori siti, in collaborazioni con istituti superiori, per allargare il carnet delle lingue comunitarie, inserendo ad esempio il tedesco e l’ucraino. È in incubazione, inoltre, una collaborazione con il maestro d’orchestra Andrea Ferrari, con il quale le classi del plesso Nicolò De Conti avvieranno un percorso sulla creazione delle colonne sonore. Ai file audio verranno affiancati dei cortometraggi proprio su Chioggia, e avvalendosi della collaborazione del maestro, si creeranno colonne sonore utili ad accompagnare storie di Chioggia e su Chioggia. È in previsione anche un murales a rappresentazione grafico pittorica del progetto. I QR code saranno presenti sui monumenti a partire dalle prossime settimane.

Written by: Redazione

Rate it

Previous post

Notizie dal Veneto

Approvata all’unanimità legge regionale sulla Protezione Civile

“La giornata di oggi sarà ricordata nella storia perché conferisce, attraverso la Legge approvata in Consiglio regionale, un riconoscimento concreto a tutti quegli uomini e donne della Protezione Civile del Veneto che, di fronte ad una sciagura naturale, come un terremoto o una alluvione, sono i primi ad arrivare sul posto e gli ultimi ad andarsene. Un sistema “eccellente” regionale che, nel tempo, a fronte di una Legge che risale […]

today28 Maggio 2022 4


0%