Notizie Musicali

Un gennaio spettacolare e un assaggio di 2023 con ZED!

today29 Dicembre 2022 31

Sfondo
share close
Si avvicina gennaio e quindi è tempo di scoprire il calendario degli imperdibili spettacoli del mese grazie alla programmazione Zed!, ma anche di dare una sbirciata a quello che ci aspetta per il resto del 2023, che si preannuncia un anno spettacolare.

 

A gennaio ci sarà spazio per il balletto, con due classici intramontabili: prima “Il Lago dei Cigni” e poi “Lo Schiaccianoci”. Ma anche per i musical, e in particolare per unao che ha fatto la storia, “Mamma Mia!”. E infine, per chiudere il mese a suon di risate, ecco la comicità irresistibile di Enrico Brignano con il suo nuovo show.

 

A dare il via sarà sabato 7 gennaio un capolavoro senza tempo: arriva infatti “Il Lago dei Cigni”, portato in scena dal corpo di ballo del prestigioso Teatro Nazionale dell’Opera Rumena di Iasi. Si tratta di uno dei capolavori del balletto del XIX secolo, firmato da Marius Petipa e il primo a cui lavorò Caikovskij, che a quest’opera regalò musiche divenute immortali, ancora oggi note a tutti. Rappresentato nel 1877 per la prima volta, nonostante le musiche di Caikovskij, nell’immediato non ebbe il successo che fu poi raggiunto nel 1894, anno in cui venne messo in scena al Teatro Marijinskij di San Pietroburgo. Da allora, “Il Lago dei Cigni” ha continuato incessantemente a guadagnare popolarità, incantando i pubblici di tutto il mondo ed entrando poi nella cultura di massa grazie ai film, ai cartoni animati, ai libri e fumetti ad esso dedicati o ispirati. “Il Lago dei Cigni” racconta l’incantevole storia d’amore fra il giovane principe Siegfried e Odette, una creatura ultraterrena trasformata in cigno dal perfido mago Rothbart per aver rifiutato il suo amore. A far rivivere l’emozione di questo classico dalle atmosfere ovattate sarà il Balletto dell’Opera di Iasi, una delle più acclamate compagnie di danza classica, che da più di 24 anni compie tournée in tutta Europa. Disegni di luci e scenografie suggestive immergeranno il pubblico in sala nella candida atmosfera del lago dei cigni più famoso del mondo. Saranno due ore di pura magia, capace di incantare tutti: dai più grandi ai più piccoli.
Gran Teatro Geox, inizio ore 20.00
 
A seguire, si rimane sempre tra i grandi classici del balletto con “Lo Schiaccianoci”, in scena sabato 14 gennaio. Basato sulla fiaba “Lo schiaccianoci e il re dei topi”, di E.T.A. Hoffmann, il balletto racconta la storia di una ragazza che sogna un principe.
In una selvaggia battaglia contro il Re dei Topi, lo Schiaccianoci è in pericolo. Clara, superando le sue stesse paure, entra in questa battaglia e lancia la sua scarpa, annientando la terribile creatura e rompendo l’incantesimo; lo Schiaccianoci diventa un bellissimo Principe.  La fredda notte copre la città di fiocchi di neve. Lo Schiaccianoci porta Clara nel suo regno, il Regno dei Dolci, dove la Fata dello Zucchero condivide la gioia con tutti i bambini che, come Clara, possono ancora sognare. Una storia che attiva l’immaginazione in ognuno di noi, portandoci nel regno della fantasia.
La composizione de “Lo Schiaccianoci” ha reso immortale il genio di Pyotr Tchaikovsky, esaltandolo, in passaggi melodici come “Danza dello zucchero fatato” e “Il valzer dei fiori”.
Questa produzione è irresistibile e rappresenta un momento imperdibile e indimenticabile. Uno spettacolo adatto a tutti, dai grandi ai piccini.
Gran Teatro Geox, inizio ore 20.45

 

Arriva poi a Padova per un doppio appuntamento sabato 21 domenica 22 gennaio un musical leggendario: “Mamma Mia!”. Si tratta del musical più famoso al mondo, visto da oltre 60 milioni di spettatori in più di 440 città, che torna in Italia con un allestimento inedito, nuove scenografie e nuovi costumi.
Con le celebri musiche ed i testi scritti dai componenti degli ABBA Benny Andersson e Björn Ulvaues, ha fatto ballare il mondo intero per tre generazioni. Torna finalmente in scena un’indimenticabile storia d’amore, di risate e di amicizia, ambientata in un’incantevole isola greca, incorniciata dalle canzoni originali degli ABBA tradotte in italiano ed eseguite dal vivo da un’orchestra in scena e interpretate da un cast eccezionale di oltre 30 artisti.
La storia al centro della commedia musicale brilla per romanticismo e divertimento: tra le bellezze di un’isoletta greca del Mar Mediterraneo, al ritmo travolgente della musica degli Abba, la giovane Sofia sta organizzando il suo matrimonio. Ma prima di vivere il suo sogno d’amore, fa di tutto per realizzare il suo più grande desiderio: essere accompagnata all’altare dal padre che non ha mai conosciuto prima. Per questo chiama sull’isola i tre fidanzati storici di sua madre Donna, per scoprire chi di loro è l’uomo giusto.
Grandissime sorprese offre la nuova ambientazione del musical, che lascerà a bocca aperta gli spettatori, grazie a un pontile sospeso su vera acqua di mare, con una barca ormeggiata e un autentico bagnasciuga. A rendere tutto ancor più reale ci penseranno poi gli oltre 9 mila litri di acqua in scena, le pedane girevoli, una locanda dai caratteristici colori nelle sfumature del bianco e del blu e cascate di buganvillea, tanto che sembrerà davvero di trovarsi nelle atmosfere tipiche di una incantevole isoletta del Mediterraneo. E le sorprese non saranno finite nemmeno quando calerà il sipario, grazie a una speciale ‘appendice’ tutta da ballare: al termine dello spettacolo, infatti, il pubblico potrà scatenarsi sulle note in versione ‘disco’ della colonna sonora del musical!
Gran Teatro Geox, inizio ore 21.15 (21 gennaio) | inizio ore 16.30 (22 gennaio)

 

A farci chiudere il mese con un bel sorriso ci penserà infine Enrico Brignano, sul palco del Geox per due imperdibili appuntamenti fissati per giovedì 26 venerdì 27 gennaio.
Il comico, tra i più amati dagli italiani, porterà sul palco il suo nuovo esilarante show “Ma…diamoci del tu!”, che lui stesso racconta così:
«Darsi del tu oggi è ormai la prassi, mentre il “lei” sembra qualcosa di arcaico e formale. Per dire, quando ti chiamano dal call center per discutere che so, la tariffa telefonica, oppure per proporti di investire l’eredità di pora nonna in criptovalute , usano il lei, probabilmente per renderti più difficile il mandarli a quel paese.  Il “Lei” è burocratico, lo si usa con le forze dell’ordine o al comune, ma del resto  il “tu” che lo sta sostituendo è vuoto, non porta con sé quella confidenza vera, quella familiarità che intendo io.
Ultimamente poi, dopo la pandemia che ha acuito le distanze, il tu è diventato ancora più un fatto di forma, ma non di sostanza. E siccome io sono un uomo di sostanza – si dovrebbe capire già solo guardandomi – vorrei recuperare quel TU che ci siamo persi per strada. E ci aggiungo pure quel MA che resetta tutto, che azzera le distanze, che siano sociali, economiche o d’età. L’età… ultimamente ho notato che per colpa della mia età sempre più persone tendono a darmi del lei, un lei che è doloroso come una fitta della sciatica, che è più fastidioso e irritante di quando mi scopro a tirarmi su dal divano esclamando: “hoplà”. Mi sa che all’espressione “giovane comico romano” devo cominciare a togliere il “giovane”. Non che rinneghi la mia età, quella ci sta e bisogna tenersela; anzi, mi rende più autorevole. Sembra quasi che le cose che dico siano attendibili! Però, quando parlo alla gente, io voglio darle del tu, mi voglio prendere una certa confidenza per raccontare in modo    intimo le insidie del mondo, dalla tecnologia, utile ma infida, alle varie crisi economiche, ecologiche e sanitarie. Avrei pure un paio di notazioni da fare sull’amore e sul sesso, sui rapporti personali e sociali, su certe stranezze di questi tempi… ebbene sì, c’ho tanto da parla’. E qualche volta anche da lamentarmi. “Ma lei Brignano non sa che lamentarsi è tipico delle persone anziane?”; “Certo che lo so. Ma lei, coso… mi dia del tu!».
Gran Teatro Geox, inizio ore 21.15 entrambe le sere.
 
 
UN ASSAGGIO DI 2023
 
Ma andando a spulciare la programmazione targata Zed! per il nuovo anno si vede subito come gli impedibili show di gennaio non siano che l’apertura di un 2023 a dir poco spettacolare.

 

Tante le novità, dal ritorno dei concerti la prossima estate all’anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta dopo 7 anni di stop (primo nome annunciato i Placebo) fino al recente annuncio del concerto di Max Pezzali all’Arena Spettacoli della Fiera di Padova in primavera (25 marzo).

 

E tanti, tantissimi gli spettacoli già in calendario nell’anno nuovo, di ogni genere e per tutti i gusti. Ci saranno come sempre i grandi concerti, sia dei più acclamati artisti internazionali (Marillion, Dian Krall, Avril Lavigne, Yes, Rammstein, Placebo, …) sia di quelli italiani (Max Pezzali, Tiziano Ferro, Marco Mengoni, Tananai, Biagio Antonacci, Shiva, Ernia, …). Ma spazio anche ai musicalpiù amati (Mamma Mia!, Grease, We Will Rock You, Casanova Opera Pop, …), al grande teatro (con Federico Buffa, Marco Travaglio, Alessandro Cattelan, Giuseppe Giacobazzi, Marco Paolini, Arturo Brachetti, …), alla comicità (Enrico Brignano, Alessandro Siani, Giorgio Panariello, I Soliti Idioti, …) e alla danza (Il Lago dei Cigni, Lo Schiaccianoci, Lord of The Dance, …).

 

Una programmazione vastissima ed estremamente variegata, da scorpire per intero su www.zedlive.com/eventi

 

Scritto da: Redazione

Rate it

Articolo precedente

Spettacolo

Giorgio Panariello arriva a Padova l’8 marzo 2023

Si aggiunge in calendario per Padova un nuovo imperdibile appuntamento con uno tra i più amati comici d'Italia: a grandissima richiesta  Giorgio Panariello l'8 marzo 2023 salirà sul palco del Gran Teatro Geox! A Padova il comico arriverà con il suo nuovo spettacolo "La favola mia", che attualmente sta portando in giro per i principali teatri italiani e che, dopo un breve stop dovuto ad una labirintite che ha colpito l’artista, ripartirà il 16 dicembre dal Teatro Verdi […]

today29 Dicembre 2022 23


0%