Dalla città metropolitana

Venezia: La Capitaneria emana il nuovo regolamento di sicurezza per il porto

today10 Marzo 2023 178 2

Sfondo
share close

Nel corso dell’organismo di partenariato dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico settentrionale, il primo marzo scorso, è stato presentato alla comunità portuale veneziana il contenuto del nuovo regolamento di sicurezza portuale, emanato dal Comandante del porto di Venezia, l’Amm. Isp. Piero Pellizzari

Il provvedimento ha raccolto in un testo unico le preesistenti ordinanze, modificandole ed integrandole secondo le mutate esigenze dello scalo.

Si tratta di un provvedimento che ha richiesto uno studio approfondito per conferire organicità alle norme che disciplinano la navigazione nel porto e nella rada di Venezia, così da semplificare e sistematizzare, sempre avendo presente l’obiettivo della migliore salvaguardia della sicurezza della navigazione e dell’incolumità pubblica in generale

Si segnalano alcune novità, quali i limiti per la navigazione notturna, che ora ha inizio da trenta minuti dopo il tramonto del sole e termina trenta minuti prima del sorgere del sole, ovvero la riduzione delle velocità di navigazione do il c.d. Curvone, portata a 8 nodi per contenere l’effetto erosivo sulle sponde della “canaletta”. Novità anche per la navigazione in tempo di nebbia, che, anche grazie alla sensoristica portuale disponile, concilia la migliore operatività portuale con la massima sicurezza.

La cosiddetta accessibilità nautica ed i massimi pescaggi consentiti sono stati ridefiniti sulla base dei rilievi batimetrici più recenti, i cui parametri sono facilmente consultabili in un apposito quadro sinottico.

In definitiva, si tratta di uno strumento studiato per permettere a tutti gli utenti della comunità portuale veneziana di ritrovare in un unico provvedimento ordinativo tutte le norme per la sicurezza della navigazione, la sosta e le precedenze delle navi nel porto/rada di Venezia.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%