Dalla città metropolitana

Torna all’Arsenale di Venezia Cinema Barch-in 2024

today7 Luglio 2024 16

Sfondo
share close

Parte domenica 7 luglio la 5^ edizione di Cinema Barch-in, il drive-in in barca che, per 5 serate, trasformerà lo storico Arsenale di Venezia in uno spazio di spettacolo, musica e condivisione grazie al supporto del Comune di Venezia, di Vela Spa e della Marina Militare.
Questa mattina si è tenuta, in sala Giunta grande a Ca’ Farsetti, la conferenza stampa di presentazione della rassegna alla presenza dell’assessore al Turismo, Simone Venturini, del direttore operativo di Vela Spa, Fabrizio D’Oria, dell’Ammiraglio di Divisione della Marina Militare di Venezia e Comandante dell’Istituto di Studi Militari Marittimi e del Presidio Marina Militare di Venezia, Andrea Petroni, di Nicola Scopelliti di Cinema Barch-in e di Maria Parisi dell’associazione FEMS du Cinéma.

La rassegna, tra i vincitori del bando cultura 2024 della Fondazione Venezia, è inserita nell’ambito delle celebrazioni di “Marco Polo 700” e “Le Città in Festa”. Dopo la serata inaugurale del 7 luglio, l’evento riprenderà da giovedì 11 luglio sino a domenica 14, rinnovando anche quest’anno la collaborazione con Campari, simbolo dell’aperitivo italiano che, negli anni, ha stretto un legame sempre più indissolubile con il mondo del cinema.

L’edizione 2024, curata per la programmazione cinematografica e musicale dall’Associazione culturale FEMS du cinéma, vuole rendere omaggio a Marco Polo, l’esploratore veneziano più celebre di tutti i tempi, in occasione del 700esimo anniversario dalla morte. Ma è in particolare il riferimento al suo viaggio lungo la Via della Seta, raccontato nel manoscritto Il Milione, ad essere il filo conduttore di questa edizione.

L’opera, infatti, considerata uno dei testi più affascinanti del XIII secolo, è riconosciuta come il primo contributo alla conoscenza reciproca tra Asia ed Europa ed è proprio a questa idea di viaggio di conoscenza reciproca, convivenza, scambio e passaggio, che il programma artistico dell’edizione 2024 di Barch-in vuole attingere. Cinema Barch-in 2024 raccoglie quindi influenze, ispirazioni e suggestioni dai viaggi di Marco Polo, proprio come ogni viaggiatore che si rispetti che viene trasformato dalla propria esperienza di viaggio.

“Senza la Marina Militare non sarebbe possibile organizzare il Barch-in nella splendida cornice dell’Arsenale – ha commentato l’assessore Venturini – Questa manifestazione è ormai una tradizione in città, è parte integrante del calendario estivo del programma culturale veneziano. Ricordo che l’idea del Barch-in è nata durante il periodo pandemico del Covid-19 come risposta ad una serie di limitazioni e regolamentazioni di quel periodo. Così nella sua unicità, Venezia si è ben prestata per dare il via all’iniziativa. Da subito, come Amministrazione comunale, abbiamo voluto appoggiare la proposta del cinema in barca sotto le stelle, nonostante alcune difficoltà tecniche del caso per l’utilizzo delle imbarcazioni, ma è la sua particolariotà che ha classificato questa iniziativa come uno degli eventi di punta dell’estate veneziana. Una manifestazione che è cresciuta e migliorata negli anni, che si contraddistingue per il forte legame con la città e l’elemento dell’acqua. Vogliamo continuare quindi a sostenere il progetto Barch-in, come tantissimi altri nell’ambito della cultura, allargando l’offerta ai cittadini e non solo che in estate stanno in città. Sono le iniziative come questa che alimentano la partecipazione e creano comunità”.

Proprio per ricordare il viaggio dell’esploratore durante la rassegna verrà proiettato il film Le avventure di Marco Polo, di Emanuele Luzzati e Giulio Gianini. Il lavoro, della durata complessiva di 35 minuti, venne realizzato su commissione Rai nel 1971 e, come all’epoca, verrà riproposto a Barch-in suddiviso in tre parti, in tre serate diverse della rassegna a cominciare da quella inaugurale. In collaborazione con l’Archivio Carlo Montanaro – Fabbrica del vedere e su gentile concessione di Rai Teche.

Oltre a Marco Polo, Cinema Barch-in 2024 intende rendere omaggio anche alla Marina Militare che, fin dalla prima edizione, ha ospitato la manifestazione nella location unica del bacino dell’Arsenale di Venezia, dedicando la prima serata alla proiezione del film Master & Commander: sfida ai confini del mare che, oltre al tema del viaggio di esplorazione, getta lo sguardo sul mondo marinaresco e mostra uno scorcio di vita ‘sui mari’.

Nel corso della conferenza l’ammiraglio e comandante dell’Istituto di Studi Militari Marittimi, Andrea Petroni, ha detto: “Barch-in è un evento che la Marina Militare è felice di accogliere ogni anno, sia perché è un’iniziativa sostenuta da giovani sia perché permette di aprire gli spazi e gli specchi acquei dell’Arsenale a favore della popolazione. Sono molto contento che la Marina Militare possa contribuire a questa esperienza”.

Le altre serate della rassegna rispettano la tradizionale varietà di generi e stili cinematografici che caratterizzano il programma dell’evento, con Belfast di Kenneth Branagh e la serata dedicata ai più giovani e al cinema di animazione, in collaborazione con l’Associazione Venezia Comix, che porterà sullo schermo Sinbad – La leggenda dei sette mari a richiamare i suggestivi racconti dei viaggi delle Mille e una notte e dell’Odissea. Sabato 13 luglio si terrà poi la consueta serata con Film a Sorpresa anche quest’anno presentata da Cineclub Venezia e dedicata al cinema orientale.

Novità assoluta di questa edizione di Cinema Barch-in sarà la proiezione su grande schermo di un match sportivo al posto di un film: domenica 14 luglio si terrà infatti la finale dei Campionati Europei di Calcio Euro 2024, accompagnata dall’introduzione e commento di Nicolò Groja di Radio Ca’ Foscari con Emanuele Meschini e Marco Paladini. Lo sport come incontro di culture.

Tra i presentatori delle serate alcuni ritorni e alcune novità: Marco Paladini, Eleonora Arena, Cecilia Parini e la speciale partecipazione di Nicolò Falcone. Ogni serata è introdotta, al momento dell’ingresso delle barche in bacino, dall’Aperiporto, l’intrattenimento curato da Radio Ca’ Foscari, con stand-up comedy e musica dal vivo sul palco, con due serate aperte da DJ Set, con Giallo Man e Akiko.

L’associazione culturale FEMS du Cinéma che, come ogni anno, cura il programma artistico dell’evento, riserva quest’anno un’altra novità. In occasione di Barch-in 2024, è nato infatti un Concorso di Cortometraggi in acqua (Short Film Contest on Water), dedicato a opere della durata massima di 15 minuti. I cinque corti finalisti verranno proiettati durante la rassegna, nello spazio pre-film in tre diverse serate e la premiazione del vincitore si terrà domenica 14 luglio. La giuria è composta da Lia Furxhi, della direzione e programmazione del Festival CinemAmbiente di Torino; Eva Carducci, giornalista di Cinema e Marco Spoletini, montatore e vincitore per il miglior montaggio ai David di Donatello per Io Capitano. I premi delle opere che trattano tematiche di viaggio, ambiente, artigianato ed ecologia saranno suddivisi in due categorie: Miglior Cortometraggio e Menzione speciale Cinemambiente – il corto vincitore verrà proiettato alla prossima edizione del Festival Cinemambiente di Torino.

Per i premi hanno collaborato Confartigianato Venezia e Rehub di Murano, laboratorio specializzato nel riutilizzo degli scarti di vetro. Inoltre, si ringrazia Quarta Parete UdU, progetto di cultura cinematografica dell’Unione degli Universitari di Venezia, nato dalla volontà di alcuni studenti dell’Università Ca’ Foscari, per aver contribuito all’organizzazione del concorso facendo l’opera di preselezione dei corti candidati.

“Ancora una volta Vela, su indirizzo del Comune di Venezia, è a fianco di Cinema Barch-in, la manifestazione nata durante la pandemia e oggi entrata a far parte del palinsesto di eventi pubblici che vedono la porzione nord dell’Arsenale, di proprietà del Comune di Venezia, aperto alla città e fruibile ogni giorno, anche grazie al servizio navetta che la collega con il Giardino delle Vergini e gli spazi espositivi della Biennale Arte 2024”, ha aggiunto il direttore Fabrizio D’Oria. “Un’iniziativa pensata in particolare per i cittadini che potranno godere di una serata magica di cinema e musica sotto le stelle, nel rispetto dello storico compendio dell’Arsenale e in perfetta sintonia con la natura stessa della città lagunare”, ha poi concluso.

Cinema Barch-in è un evento gratuito nato per la cittadinanza di Venezia, creato e prodotto da Nicola Scopelliti, Silvia Rasia e Caterina Groli in collaborazione con FEMS du Cinéma.

L’apertura delle prenotazioni sarà annunciata attraverso i canali social della manifestazione. Sarà fornito un link sul sito Internet www.cinemabarchin.com attraverso il quale essere indirizzati alla procedura di iscrizione. Sarà possibile prenotare tutte le tipologie di posti disponibili, quelli in barca propria, a sedere sul molo, a sedere su imbarcazione delle remiere. Sono stati previsti posti dedicati alle persone con disabilità motoria.
La consegna di food & beverage, presente come in ogni drive-in, rinnovata nel menù e con un tocco veneziano, è sempre prenotabile attraverso: cocaiexpress.com.

Per mantenere la gratuità della manifestazione, Cinema Barch-in conta sulla generosità di sponsor e dei singoli partecipanti che possono fare donazioni libere anche online al momento della prenotazione e diventare loro stessi sostenitori.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%