Dalla città metropolitana

Concerto dei Pinguini Tattici Nucleari, Brugnaro:”Un grande lavoro di squadra per il sistema Città di Venezia”

today8 Luglio 2023 223

Sfondo
share close

“È stata una grande soddisfazione ospitare i Pinguini Tattici Nucleari a San Giuliano in quella che è stata la data zero del loro tour – commenta il Sindaco Luigi Brugnaro. Ieri sera abbiamo assistito ad un concerto che ha dimostrato quanto Venezia sia in grado di saper gestire un evento di tale portata, garantendo la totale sicurezza alle oltre 60mila persone che hanno assistito all’evento. Una scommessa vinta, ma soprattutto un risultato che, come Città, abbiamo raggiunto costruendolo passo dopo possa in questi anni, anche durante la pandemia, durante i quali ci siamo rimboccati le maniche per fare in modo che di poter tornare ad ospitare i grandi concerti, nonostante la contrarietà del solito “partito del no”. Così è stato e ora non ci resta che guardare al futuro. Ci abbiamo creduto, e questo successo abbiamo il dovere di condividerlo con chi ha contribuito a realizzarlo. Il sincero grazie va, quindi, in primis a tutti coloro che, a qualsiasi titolo si sono impegnati per organizzare l’evento, l’arrivo e il deflusso degli ospiti, a chi ha allestito impeccabilmente il parco, a chi ha curato i servizi di pulizia e il ripristino degli spazi, alla sicurezza che ha garantito l’incolumità delle persone. Grazie ai dipendenti del Comune di Venezia, i cui diversi uffici sono stati coinvolti a vario titolo, a cominciare dai lavori pubblici e dal verde, grazie a tutto il personale di Avm/Actv, Vela per il coordinamento generale, Veritas, alla polizia locale, che ha gestito anche la viabilità, alle forze dell’ordine, perché per mesi hanno pianificato e gestito, sotto l’egida della Prefettura, un evento così importante. Infine, ma non per ultimi, consentitemi un grazie particolare agli organizzatori di Magellano concerti e Friends & Partners e soprattutto ai 6 componenti della band – Riccardo Zanotti, Nicola Buttafuoco, Lorenzo Pasini, Simone Pagani, Matteo Locati ed Elio Biffi – per averci fatto divertire e trascorrere dei momenti all’insegna dell’allegria e della spensieratezza. Penso di parlare anche a nome delle tantissime persone, ragazzi e ragazze e bambini che vedono in voi un esempio di successo dovuto al tanto lavoro, alla simpatia ma soprattutto dalla vostra musica. Quella che fate voi è cultura vera. Grazie ragazzi, la Città di Venezia vi accoglierà sempre a braccia aperte. Un grazie, infine, anche a tutti coloro che non hanno assistito al concerto, ma che hanno accolto con simpatia la pacifica invasione in città dei 60.000 ospiti del Parco”.

Il Concerto dei Pinguini Tattici Nucleari è stato un banco di prova anche per le future attività che potranno essere organizzate al Parco. Che si sia trattato di un grande evento lo dicono i numeri, con oltre 1.500 operativi sul campo a diverso titolo: forze dell’ordine (un centinaio tra Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza), polizia locale (un altro centinaio di agenti, con 40 mezzi), volontari di Protezione Civile, personale di Veritas e Actv/Avm, nonché centinaia di steward, di ausiliari, tra i quali gli operatori di Park for fun per la gestione dei parcheggi, e di addetti ai punti ristoro, tutti in carico all’organizzatori Magellano concerti, oltre ai punti medici avanzati con il supporto di squadre a terra e di ambulanze.

“Il lavoro preventivo di coordinamento dei servizi per la realizzazione dell’evento è un elemento per arrivare ad un risultato di squadra nell’organizzazione dei grandi eventi” ha concluso Brugnaro – nei prossimi ci riuniremo per un attento debriefing, per valorizzare i punti di forza, verificare attentamente le criticità per migliorare l’organizzazione per i prossimi eventi”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

I concerti possono tornare a San Giuliano grazie agli importanti investimenti fatti dal Comune in questi ultimi anni, lavori che non si sono fermati neppure durante il Covid. Il criterio di fondo che ha ispirato la progettazione si è basato sulla volontà di organizzare gli spazi esistenti per lo svolgimento di importanti manifestazioni senza però andare ad intaccare la ‘fisionomia’ del parco, il quale, al di fuori del periodo di durata delle manifestazioni stesse, mantiene l’aspetto originario. I lavori pubblici hanno realizzato strutture snelle che rendono l’area attrezzabile in breve per lo svolgimento di eventi a carattere di spettacolo musicale o sportivo, senza che queste attrezzature vadano poi ad incidere sulle strutture esistenti e sulla composizione del parco. La piastra dove è stato montato il palco, ad esempio, tra qualche giorno tornerà ad essere un campo da gioco, a tutto vantaggio dei fruitori dell’area verde.

Dal punto di vista organizzativo, questi interventi hanno consentito di organizzare al meglio gli ampi spazi, prevedendo la delimitazione dell’area dello spettacolo, definendo delle zone da destinare alle Forze dell’Ordine, alla raccolta e smistamento degli spettatori e agli addetti ai lavori e artisti, nonché la realizzazione di un’adeguata infrastrutturazione per il posizionamento dei servizi igienici.

Notte tranquilla anche per gli ospiti del Rifugio del Cane “Silvana Tosi”, grazie alle attenzioni al comfort acustico degli animali avute già in fase di progettazione e realizzazione, con la predisposizione di box con funzioni fonoassorbenti.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%