Dalla città metropolitana

Parte anche dal veneziano la raccolta firme della CISL contro la proposta di legge d’iniziativa popolare “Partecipazione al lavoro”

today9 Luglio 2023 147

Sfondo
share close

Scatta anche in provincia di Venezia la raccolta firme di Cisl a sostegno della proposta di legge d’iniziativa popolare “Partecipazione al lavoro”. Servono 50 mila firme e l’organizzazione sindacale ha previsto intanto tre punti dove si potrà sottoscrivere il documento: Mestre, San Donà di Piave e Chioggia. Poi, da settembre, Cisl Venezia sarà presente nelle piazze e nei mercati con un apposito gazebo informativo.

La proposta di legge nasce dalle sperienze già attive, prendendo da esempio delle realtà estere, dall’impresa duale tedesca a quella francese dell’azionariato. Invece ora Cisl mette sul tavolo un’idea partecipata di società, guardando lontano partendo dalle crisi dei giorni nostri. Crisi che partono dall’inflazione al rialzo dei tassi ufficiali, da famiglie che risentono delle tensioni sui mercati internazionali agli occupati che salgono sì ma i salari restano troppo bassi. Giustizia, eguaglianza, fratellanza a cui la Costituzione fa riferimento, trovano proprio nella partecipazione dei lavoratori alle imprese un traguardo da raggiungere perché la democrazia si completi.

«La scelta della Cisl – spiega il segretario generale di Cisl Venezia Michele Zanocco – parte dalla volontà di dare compimento ai fondamenti della Costituzione, dove i principi di giustizia, eguaglianza, libertà a cui la nostra Costituzione fa riferimento, trovano proprio nella partecipazione dei lavoratori alle imprese un traguardo da raggiungere affinché la democrazia si completi. La scelta della Cisl, parte dalla volontà di dare compimento a questi valori che da sempre sono parte integrante sia del nostro Statuto che del nostro modo di fare sindacato. Valori che impongono serietà, responsabilità, competenze e capacità negoziali finalizzati a sostenere lo stare insieme di un popolo e di un paese: l’Italia. L’obiettivo della nostra proposta di legge popolare sta nel definire una disciplina normativa relativa alla partecipazione dei lavoratori nelle imprese attraverso le sue forme di espressione gestionale, finanziaria, organizzativa e consultiva».

Nello specifico, si può firmare nella sede Cisl di via Ca’ Marcello dalle 15 alle 16.30 di lunedì e dalle 1 alle 12.30 di giovedì (telefono 041-2905811), mentre in via Calnova 68 a San Donà di Piave l’orario va dalle 11 alle 12.30 del martedì e venerdì (tel. 0421-223311). In entrambi i casi, ci sarà la chiusura estiva dal 6 al 20 agosto. Riguardo via Cesare Battisti a Chioggia (tel. 041-2905820), per consentire di firmare, l’ufficio rimane aperto il giovedì dalle 10 alle 11.30. Qui la chiusura per ferie sarà di tre settimane, dal 6 al 27 agosto.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%