Notizie dal Veneto

Sabato 21 e domenica 22 le Ville Venete si aprono al territorio

today20 Ottobre 2023 127

Sfondo
share close

“Le Ville Venete rappresentano un patrimonio culturale e paesaggistico di assoluta importanza non solo per il Veneto, ma anche per l’Italia intera. Gioielli architettonici tra le più alte espressioni della cultura veneta, ‘fabbriche’ – come direbbe Palladio – che hanno plasmato il nostro paesaggio diventando scenari di bellezza unici al mondo, le Ville Venete sono protagoniste, nel fine settimana, di due giornate per avvicinare il pubblico a scoprire e vivere i loro stili di vita entro scenari meravigliosi. E questo attraverso un ampio ventaglio di scelte tematiche ed esperienziali a seconda delle passioni e attitudini di ognuno e in base al territorio scelto”.
Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, esprime la sua soddisfazione per l’iniziativa organizzata dall’Associazione per le Ville Venete (AVV), in collaborazione e con il sostegno dell’Istituto Regionale Ville Venete (IRVV), intitolata ‘Giornata delle Ville Venete’, giunta quest’anno alla sua seconda edizione, registrando l’anno scorso più di 12.000 presenze. L’evento, patrocinato dalla Regione del Veneto, dal MIC, da ENIT e dalla Regione Friuli Venezia Giulia, ha in programma, domani sabato 21 e domenica 22 ottobre, visite guidate, degustazioni, soggiorni, laboratori, reading, performance artistiche, convegni e incontri esclusivi, permettendo ai visitatori di conoscere le ville attraverso l’esperienza del fare e un’interazione diretta con i luoghi e con i proprietari delle abitazioni. Domani, 21 ottobre, dalle 10 alle 13 all’Abbazia di Vidor (Treviso), è previsto anche un convegno dal titolo “Le Ville Venete al centro del benessere – [Ri] connessioni di futuro”.

Il programma contempla oltre 120 esperienze sparse per più di settanta ville aderenti, organizzate per nuclei tematici: dalle visite al patrimonio culturale, rievocazioni in costume, racconti di aneddoti (Heritage), ad attività outdoor, pic-nic autunnali, shooting fotografici (Green); dai laboratori per bambini, fattorie didattiche e attività di artigianato (Family), a degustazioni di prodotti agricoli, pasti con i prodotti d’eccellenza, visite alle coltivazioni (Wine and Food); e per finire, esperienze immersive da sogno per vivere la Villa Veneta in modo totalizzante (Dream). Due le principiali novità: GenZ incentrata su attività didattiche e Well being che, grazie alla bellezza della natura e del paesaggio, proietta la villa in quinta ideale per il benessere fisico e psichico attraverso la meditazione, lo yoga, il digital detox.

“Eclatanti esempi di bellezza e armonia architettonica tra influenze gotiche, rinascimentali e barocche nelle facciate sontuose, nei giardini ben curati, nei cicli pittorici presenti negli interni di design, questi edifici – alcuni patrimonio Unesco – sono un elemento chiave del patrimonio artistico italiano, contribuendo a definire l’identità culturale del Veneto e a promuovere un turismo sostenibile incoraggiando i visitatori a esplorare località meno affollate della nostra regione. Oltre al valore artistico-culturale, le ville rappresentano una rete di testimonianze della secolare organizzazione imprenditoriale e produttiva nella campagna governata da Venezia, memoria dell’identità agraria e sociale del Veneto. Queste dimore sono ancora oggi ‘case vive’, non solo bellezze monumentali ma organismi pulsanti di vita, capaci di trasmettere sapere, eccellenze eno-gastronomiche e stili del buon vivere. Ringrazio la Presidente di AVV Isabella Collalto de Croÿ, il Presidente dell’IRVV Amerigo Restucci e tutto lo staff organizzativo della ‘Giornata delle Ville Venete’, per questa splendida iniziativa”, conclude il Presidente Zaia.

Il programma completo di “Giornata delle Ville Venete” è nel sito:

Home

Scritto da: Redazione

Rate it

0%