Dalla città metropolitana

A Venezia si accende il Natale 2023

today24 Novembre 2023 145

Sfondo
share close

Venezia accende il Natale in un rito collettivo che si rinnova ogni anno. Questa sera, il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha dato avvio all’accensione del grande albero collocato in Piazzetta San Marco, tra Palazzo Ducale e la Biblioteca Marciana. Un appuntamento tradizionale, promosso da Comune di Venezia e Vela Spa in partnership con la Camera di Commercio di Venezia Rovigo e il Consorzio di tutela della DOC Prosecco, alla presenza di numerosi cittadini e visitatori accorsi a San Marco. Un momento magico, in coincidenza dell’imbrunire, che ha visto illuminarsi all’unisono l’abete naturale, compreso tra le colonne di Todaro e San Marco, e le Procuratie Vecchie e Nuove, rivivendo un’emozione antica.

“Dopo piazza Ferretto, a Mestre, oggi accendiamo l’albero nella piazza più bella del mondo”, ha dichiarato il sindaco Brugnaro. “Come fatto ieri sera, chiedo un applauso per Giulia Cecchettin, giovane donna uccisa dall’ex fidanzato. Questo albero lo vogliamo dedicare a lei e a tutte le donne che sono vittime di violenza. Dobbiamo fare un grande percorso di educazione, soprattutto noi uomini, per renderci conto che la parità non va solo dichiarata, ma deve essere dimostrata con i fatti”.

“Noi stiamo accendendo le luci in tutta la città di Venezia perché pensiamo che questo debba essere un momento di gioia e tranquillità da passare con le persone a noi care, sia per i residenti che per i visitatori”, ha aggiunto. “L’unica cosa che chiediamo è il rispetto per la città, per le opere d’arte, per la pulizia. Perché chi ama Venezia è veneziano. Il Natale è nascita e rinascita e regala a ognuno la speranza. Ci tengo inoltre a ringraziare gli operai, i tecnici, e tutti coloro che hanno lavorato e che lavoreranno durante questo periodo natalizio”.

Venezia ricrea quindi la magia del periodo più atteso dell’anno con il grande abete naturale, alto 15 metri e con una base larga 7, illuminato da un alternarsi di luci bianche calde e di strobo bianco freddo e addobbato con sfere color oro. Sulla sommità, un puntale a stella. Una lunga sequenza di luci dorate illumina invece gli archi delle Procuratie, abbracciando il perimetro dell’intera Piazza e creando, con il bagliore dell’albero, un gioco di armoniosi contrasti.

L’accensione è stata accompagnata dalle voci del gruppo Vocal Sky Line, diretto da Marco Toso Borella, che si è esibito in un repertorio vasto, spaziando tra brani celebri di musical e noti capolavori pop della musica internazionale, arrangiati in originalissima versione corale, oltre a medley che coniugano lirica e grunge, opera e spirituals, senza dimenticare alcuni intramontabili brani natalizi.

Venezia accoglie così residenti e visitatori con una scia di luce che prosegue anche in calle Larga XXII Marzo verso campo Santa Maria del Giglio, in campo San Luca, e lungo le Mercerie e Spadaria sino a raggiungere il Ponte di Rialto, Ruga degli Oresi e calle dei Boteri e da qui propagarsi verso campo San Polo da un lato e, dall’altro, in salizada San Giovanni Grisostomo verso la Strada Nuova. Illuminato anche il sestiere di Castello, con luci in via Garibaldi, in salizada San Francesco e a Sant’Elena. Inoltre, anche quest’anno, le luminarie nelle aree di Piazzale Roma, Lista di Spagna e Strada Nuova sono sostenute da American Express, a favore del tessuto commerciale veneziano.

“Rinnovare di anno in anno il nostro supporto alla città di Venezia, rispecchia la nostra volontà di valorizzare l’unicità della Serenissima. Come American Express siamo fortemente impegnati a sostenere il rilancio del turismo italiano, investendo su arte e cultura, per attrarre i viaggiatori da tutto il mondo. Siamo quindi orgogliosi di contribuire al momento tanto atteso dell’accensione delle luminarie e di rafforzare il nostro legame con l’Italia e con questa città, simbolo mondiale di bellezza, e di restituire alla comunità locale, così come ai turisti dall’estero, la possibilità di vivere un’esperienza esclusiva e memorabile”. – afferma Piotr Pogorzelski, Vice President & General Manager, Global Merchant Services, American Express.

Sponsor tecnici del Natale a Venezia come a Mestre invece sono Gblight, Boscolo Bielo e La Fiorita.

Domani, sabato 25 novembre, il Natale approda al Lido, in Piazzetta Lepanto, alle ore 16.30 con l’apertura degli eventi natalizi raccolti nel calendario “Lido – Isola del Natale”. Previsto l’accompagnamento musicale della Corale femminile Giuseppe Verdi e I Flauti della Morosini, diretti da Francesca Seri, con Francesco Bertotto alla tastiera.

A completare l’intrattenimento e l’offerta natalizia in laguna, anche in vista del lungo ponte dell’Immacolata, sabato 2 dicembre alle ore 11.00, verrà aperta la pista di pattinaggio su ghiaccio in Campo San Polo, che promette divertimento per adulti e bambini e che resterà in funzione sino al 13 febbraio 2024, martedì grasso, includendo tutto il periodo di Carnevale.

Infine, di concerto con l’Amministrazione comunale, la Fondazione Musei Civici di Venezia ha programmato aperture straordinarie in occasione delle festività natalizie. Tutti i musei civici resteranno aperti al pubblico lunedì 25 e martedì 26 dicembre e lunedì 1° gennaio, compresi i musei con chiusura settimanale il lunedì e martedì. Da venerdì 8 dicembre 2023 a sabato 6 gennaio 2024, ogni venerdì e sabato, Palazzo Ducale e Museo Correr saranno aperti sino alle ore 21.00 (ultimo ingresso ore 20.00).
La mostra “Chagall. Il colore dei sogni” al Centro Culturale Candiani sarà inoltre eccezionalmente aperta al pubblico lunedì 25 dicembre e lunedì 1° gennaio.

Tutte le informazioni sul sito di Venezia Unica www.veneziaunica.it e sui canali social ufficiali.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%