Notizie Musicali

Il Natale di Ultimo è un pensiero per UNICEF

today22 Dicembre 2023 36

Sfondo
share close

Niccolò Moriconi, il cantautore romano che da sempre è dalla parte degli “ultimi”, ha scelto di donare a UNICEF i diritti d’autore di un brano a tema natalizio, che vede protagonisti proprio i bambini, un invito a non smettere mai di sorprendersi e credere nei sogni, cercando negli altri un po’ di se stessi e rimanendo incantati davanti alle cose semplici, come la neve che cade all’improvviso.

Si intitola Non lasciare le mie mani, testo e musica di Ultimo, che lascia l’interpretazione alle voci angeliche del coro della scuola di musica Cluster, da lui diretti e protagonisti anche del videoclip.

I diritti d’autore relativi al brano saranno devoluti a Unicef e destinati ai bambini nelle emergenze con particolare attenzione a quelli nei conflitti.

La canzone è disponibile sulle principali piattaforme digitali  (qui link all’ascolto su Spotify e Apple Music)

Le attività di Ultimo a sostegno di UNICEF e dei bambini meno fortunati in tutto il mondo rappresentano una parte fondamentale della vita e della missione del cantautore romano, che con i suoi testi e la sua musica riesce a parlare ai cuori di milioni di persone, soprattutto dei più giovani, con grande sensibilità e appassionato impegno.

Il sodalizio con il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia ha inizio nel 2019, quando Ultimo riceve la nomina di Goodwill Ambassador di UNICEF Italia in occasione di un incontro con i bambini della scuola elementare dell’Istituto Comprensivo “Gandhi”, nel quartiere romano di San Basilio. A febbraio 2020, dopo aver donato parte degli incassi del suo tour negli stadi per i progetti di sviluppo nel Paese, il cantautore realizza la sua prima missione sul campo a fianco di Unicef in Mali e nel dicembre dello stesso anno incontra a Roma una rappresentanza di donne italiane e straniere con i loro bimbi, portando con sé uno speciale regalo di Natale: una pergamena con il testo della canzone “7+3”, dedicata alle madri che vivono in condizioni di vulnerabilità e che continuano a lottare per il futuro dei propri figli.

Ad aprile 2021, Ultimo rinnova il suo impegno a favore dei progetti Unicef in Mali con “Buongiorno vita – L’evento“, trasmesso in streaming dal Colosseo di Roma, sua città Natale. Ad aprile 2022 incontra e si esibisce di fronte ai bambini e alle famiglie ucraine ospiti presso l’associazione Fonte di Ismaele di Roma. In segno di vicinanza, dona loro il suo pianoforte personalizzato a mano.

 

Un impegno e una missione che rappresentano una costante nel percorso di vita e artistico di Ultimo che chiude anche quest’anno all’insegna dei gesti che lasciano il segno.

A pochi giorni dall’uscita dell’ultimo singolo OCCHI LUCIDI, presentato per la prima volta dal vivo e in esclusiva nella corte di Foqus, cuore pulsante dei Quartieri Spagnoli di Napoli, a cui regala un’istallazione luminosa per le feste e un quadro da lui dipinto, dimostra ancora una volta tutta la vicinanza al popolo degli “ultimi”, donando a Unicef i diritti d’autore del brano Non lasciare le mie mani, scrivendo così una nuova originale pagina del suo messaggio di solidarietà.

E il popolo di Niccolò, quello universale, che proviene dalla “terra degli Ultimi”, continua a ripagarlo con grande affetto e partecipazione, permettendogli di festeggiare già tre sold out, nelle città di Roma, Napoli e Torino per i grandi concerti che lo attendono negli stadi dal prossimo giugno 2024.

A 6 mesi al ritorno live previsto per la prossima estate, il tour ULTIMO STADI 2024 – LA FAVOLA CONTINUA… è già da record, con 10 date tra cui una doppietta al Maradona di Napoli e una all’Olimpico di Torino (entrambe con prima data esaurita) e, per il secondo anno di fila, una magica tripletta nella capitale romana (la prima data è già sold out).

Ultimo si conferma così per 3 anni di fila protagonista della musica live nei grandi stadi italiani.

Già lo scorso anno “Ultimo Stadi 2022” superava il tetto dei 600mila biglietti per 15 date con la conquista dello scettro assoluto della musica dal vivo estiva, passando il testimone a “Ultimo Stadi 2023 – La favola continua…”, che solo cinque mesi fa calava l’ultimo sipario di uno show record da 342.532 presenze, in sole 6 date completamente imballate.

Il risultato è un incredibile palmarès da 33 stadi a soli 27 anni in appena 5 anni (al netto di una pandemia).

Scritto da: Redazione

Rate it

0%