Dalla città metropolitana

Notte di San Silvestro tra fuochi e musica: spettacolo pirotecnico a Venezia, eventi anche a Mestre

today23 Dicembre 2023 32

Sfondo
share close

Un doppio appuntamento per festeggiare insieme l’ultima notte del 2023 e salutare così l’arrivo del nuovo anno. Per Capodanno a Venezia tornano i tradizionali fuochi d’artificio mentre a far ballare il pubblico di Piazza Ferretto, a Mestre, ci sarà Radio Company. Promosso da Vela Spa per conto dell’Amministrazione Comunale, il Capodanno 2023 propone un’ampia possibilità di scelta per cittadini e visitatori di ogni età.

“La nostra città è pronta ad accogliere tutti coloro che vorranno brindare al nuovo anno con noi – afferma il sindaco Luigi Brugnaro – Mestre sarà culla del divertimento e farà ballare con dj set e musica travolgente, mentre Venezia incanterà con gli spettacolari e scintillanti fuochi d’artificio in bacino. Salutiamo insieme il vecchio anno e diamo il benvenuto al 2024, preparandoci ad affrontare nuove sfide con gioia e serenità. Buon anno a tutti”.

Uno spettacolo pirotecnico caratterizzerà la notte di San Silvestro a Venezia. Allo scoccare della mezzanotte, il Bacino San Marco si accenderà grazie alla scenografia emozionante e suggestiva ideata per accogliere la notte più attesa dell’anno. Un momento firmato dalla storica ditta di Melara di Rovigo, Parente Fireworks, che, da oltre un secolo, illumina eventi pubblici e privati di grande prestigio compreso lo show luminoso della festa del Redentore.

Venti minuti circa di fuochi, dove una serie di quadri si susseguirà in maniera rapida e incalzante, intervallati da chiusure e intermezzi più importanti che ne spezzeranno il ritmo, con un crescendo verso un finale grandioso. La varietà e maestosità degli effetti visivi, enfatizzati da un uso sapiente di colori, promettono un’esperienza “emozionale” in continua evoluzione, culminando in un gran finale che dipingerà il cielo con una moltitudine di luci ed effetti pirotecnici. L’intensa coreografia promette di lasciare un segno indelebile, come un caloroso benvenuto al 2024. Lo spettacolo si svolgerà da un pontone sfruttando al massimo l’ampiezza del fronte disponibile e costruendo grandi archi con gli effetti, in maniera da allargarsi il più possibile. I fuochi si rifletteranno quindi sull’acqua, con suggestivi giochi di luce, facendo da cornice ai rintocchi della mezzanotte.

La visuale migliore per godere della magia pirotecnica sarà in prossimità dell’Arsenale e lungo Riva degli Schiavoni, Riva Ca’ di Dio, Riva San Biagio, Riva dei Sette Martiri mentre i fuochi non saranno visibili da Piazza e Piazzetta San Marco. A partire dalle ore 23.30 verranno lanciati alcuni artifici singoli per invitare il posizionamento del pubblico lungo le rive da parte degli steward. Saranno istituiti dei varchi d’accesso alle aree, la cui capienza sarà contingentata, dove saranno effettuati i controlli di sicurezza.

Per favorire chi volesse raggiungere il centro storico per assistere allo spettacolo arrivando dalla terraferma o da fuori città, nella serata del 31 dicembre, saranno effettuate delle corse di rinforzo lungo le principali direttrici, così come per il deflusso al termine dello spettacolo pirotecnico.

I festeggiamenti a Mestre saranno invece all’insegna della musica di Radio Company, la radio che fa ballare le maggiori piazze del nord est. Si intitola “Wonder Company” il format che il dj Ale De Biasi e la speaker Viviana Rapisarda condurranno dalle ore 22.00 sul palco di Piazza Ferretto. I dj di Radio Company animeranno l’ultima notte dell’anno e daranno il benvenuto al 2024 con tanto divertimento, musica e gadget.

Sul palco anche la travolgente band RedMoon che si esibirà dal vivo in un perfetto mix di musica e spettacolo grazie ad un repertorio ricco, variegato e coinvolgente che mixa la dance a rock e pop. In scena i grandi classici della disco music degli anni ’70-’80 – da Sister Sledge a Gloria Gaynor, da Donna Summer ad Aretha Franklin – fino alla musica dance attuale con medley di Lady Gaga e Katy Perry senza dimenticare i brani italiani che hanno fatto ballare e divertire attraverso gli anni.

E, allo scoccare della mezzanotte, il team di Radio Company si unirà al pubblico in un brindisi simbolico con le bollicine del Consorzio di Tutela della DOC Prosecco.

Per Stefano Zanette, Presidente del Consorzio di tutela della DOC Prosecco “le bollicine sono emblema stesso di celebrazioni e festeggiamenti, Capodanno in primis. Il festoso suono dello stappo delle bottiglie che conclude il conto alla rovescia, è ormai tradizionale colonna sonora che accompagna i nostri ricordi legati alle festività natalizie. Anche quest’anno saranno Prosecco DOC e Prosecco DOC Rosé a riempire i calici per il brindisi ufficiale che giungerà puntualmente allo scoccare della mezzanotte.  Da qui, dalla città di Venezia, cuore pulsante della nostra Denominazione, giungano a tutto il mondo gli auguri per il nuovo anno da parte del nostro mondo produttivo fatto di oltre 12.000 operatori tra contadini, vinificatori e imbottigliatori”.

Per chi vuole festeggiare a teatro, invece, il Teatro Toniolo propone due appuntamenti in tutta allegria: sabato 31 dicembre alle ore 21.30 e domenica 1° gennaio alle ore 18.00, andrà in scena il Gran Gala du Cirque, uno spettacolo inedito e un cast rinnovato scelto tra i migliori performer contemporanei. Come in un sogno, si alterneranno sulla scena interpreti circensi tra i più creativi al mondo. Un sorprendente show di teatro-circo, a metà tra la suspence del circo classico e il fascino della coreografia, tra intensa poesia e grande comicità.

Dopo i festeggiamenti notturni, il primo giorno del nuovo anno si aprirà con il tradizionale Concerto della Fenice, diretto dal Maestro Fabio Luisi, che, come consuetudine, verrà trasmesso in diretta su Rai 1. Suddiviso in una prima parte esclusivamente orchestrale e una seconda dedicata al melodramma, il concerto proporrà una carrellata di arie, duetti e passi corali interpretati da solisti di assoluto prestigio e dal Coro del Teatro La Fenice. L’esibizione musicale si chiuderà con due pagine celeberrime di Giuseppe Verdi, capisaldi del patrimonio musicale italiano: il Coro “Va’ pensiero sull’ali dorate” da Nabucco e il festoso brindisi “Libiam ne’ lieti calici” da La traviata.

Ma il nuovo anno si aprirà anche con il tradizionale “bagno” nelle acque del Lido di Venezia. Un appuntamento, giunto alla 43esima edizione, promosso dal Gruppo Ibernisti del Lido e supportato dal Comune di Venezia tramite Vela spa, per salutare con un tuffo il 2024. Alle ore 12.00 di lunedì 1 gennaio è previsto il ritrovo dei partecipanti sul tratto di arenile antistante il Blue Moon per inaugurare una nuova stagione di bagni in mare lungo tutto il corso dell’anno. Sole o nuvole, il gruppo dei temerari ibernisti si riunisce per solcare, con alcune bracciate beneauguranti, le acque calme del Lido. Ad attenderli all’uscita dal mare, un rinfresco che propone un menù tipico del primo giorno dell’anno: lenticchie, cotechino e molte altre specialità gastronomiche. La manifestazione, aperta al pubblico di curiosi e appassionati, è preceduta alle ore 11.15 da un programma di animazione per bambini che prosegue poi alle ore 12.15 con uno spettacolo a loro dedicato.

Al termine della giornata sono previste delle speciali premiazioni: tre oselle saranno consegnate al più giovane ibernista, al più anziano e alla persona che arriverà dal posto più lontano.

lnfo e orari presso tutti gli approdi, nel sito www.actv.it, nel sito di Venezia Unica www.veneziaunica.it e sui canali social istituzionali @muoversivenezia.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%