Dalla città metropolitana

Venezia: In una settimana colti in flagranza dalla Polizia Locale sette presunti spacciatori

today25 Dicembre 2023 23

Sfondo
share close

Il Comando Polizia Locale di Venezia ha reso noti i risultati delle attività antispaccio poste in essere nell’ultima settimana presso il Rione Piave e a Marghera.

In particolare giovedì 14 dicembre, nel pomeriggio, personale del Nucleo Operativo in abiti civili ha colto sul fatto, in due differenti operazioni, due cittadini nigeriani sospettati di avere posto in essere il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, presumibilmente di tipo cocaina ed eroina. Il tutto è avvenuto all’interno del sottopasso ciclo pedonale di collegamento tra le vie Rizzardi e Dante. Entrambi i soggetti sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria;

Nella mattinata di venerdì 15 dicembre una pattuglia appiedata del Nucleo Operativo in abiti civili ha sorpreso in flagranza del possibile reato di spaccio di sostanze stupefacenti, presumibilmente di tipo eroina, un cittadino nigeriano. Il fatto è accaduto a Mestre, in via Sernaglia. Il soggetto è stato deferito all’Autorità Giudiziaria;

Sabato 16 dicembre personale del Nucleo Operativo impegnato in un servizio antidroga a Mestre nelle zone della stazione ferroviaria, accertata la presenza di un noto sospetto spacciatore nigeriano nelle vicinanze di via Dante, dopo pochi minuti di appostamento ha notato lo stesso nell’atto di cedere una dose di presunta cocaina ad un tossicodipendente della zona, motivo per il quale è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria;

Nel pomeriggio di martedì 19 dicembre personale del Nucleo Operativo in abiti civili, durante lo svolgimento di un servizio antidroga, ha denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per possibile spaccio di presunte sostanze stupefacenti, un noto sospetto spacciatore nigeriano. Questi, in via Dante, infatti, aveva ceduto pochi minuti prima una dose di possibile sostanza stupefacente di tipo cocaina ad una nota tossicodipendente della zona in cambio di pochi euro;

Intorno alle 14:30 di mercoledì 20 dicembre personale del Nucleo Operativo in abiti civili, ha individuato un sospetto spacciatore seduto alla fermata del tram “Lavelli” a Marghera. Questi, dopo essersi incontrato con una giovane ragazza le ha consegnato della presunta sostanza stupefacente di tipo eroina in cambio di denaro. Il soggetto è stato quindi deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria.

Nel tardo pomeriggio di giovedi 21 dicembre. Intorno alle ore 18, agenti del Nucleo Operativo hanno intercettato un sospetto spacciatore tunisino nella zona di via della Brenta Vecchia, trovandolo in possesso di alcuni grammi di presunta sostanza stupefacente di tipo cocaina. A suo carico è scattato il sequestro della sostanza ed il deferimento all’Autorità Giudiziaria.

Tutti i soggetti indicati nei punti di cui sopra, sospetti spacciatori e presunti clienti, sono inoltre stati sanzionati amministrativamente con 450 euro per la violazione del Regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana del Comune di Venezia, con contestuale emissione di ordine di allontanamento dalla zona per 48 ore, il cosiddetto daspo urbano.

“Un significativo lavoro è stato portato avanti con professionalità dal Nucleo Operativo della Polizia Locale per contrastare lo spaccio e l’uso di sostanze stupefacenti”, commenta l’assessore alla Sicurezza Elisabetta Pesce. “Gli interventi mirati si sono svolti con massima precisione nei confronti di individui impegnati nell’attività di spaccio, contribuendo a reprimere le attività illegali nelle zone più critiche. Prosegue con determinazione l’attività, della nostra Polizia Locale e di tutte le altre Forze dell’Ordine nell’opera di contrasto all’illegalità. Desidero esprimere il mio apprezzamento al Comando e a tutti gli agenti coinvolti”.

I controlli della Polizia locale continueranno anche durante le festività natalizie.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%