Notizie Locali

Consiglio comunale: 23 assemble e 170 deliberazioni nel 2023

today29 Dicembre 2023 34 6

Sfondo
share close

Giunti a dicembre volge al termine l’anno e pochi sono i giorni che ci separano dal 2024.
Come ogni anno, per il Presidente del Consiglio comunale Beniamino Boscolo Capon, è tempo di fare il consueto rendiconto ai cittadini, proprio per rendere conto, in sintesi, del lavoro svolto dall’assemblea consiliare. Molti, infatti, sono stati i provvedimenti approvati all’interno del Consiglio comunale e alcuni di questi hanno avuto un profondo significato e un’importanza oggettiva: quale migliore occasione, allora, per mettere in fila una serie di numeri, di azioni svolte, di fatti avvenuti che hanno caratterizzato i lavori, programmati e realizzati, dell’agenda consiliare.

Il primo dato in assoluto, in discontinuità con le amministrazioni precedenti, è l’approvazione del bilancio di previsione prima della fine dell’anno (21 dicembre 2023) segno della qualità con la quale questa amministrazione svolge il proprio lavoro al fine di ottenere finalmente quei vantaggi in termini di programmazione, nuove assunzioni e soprattutto per non obbligare l’ente ad un esercizio provvisorio e limitato. Si sottolinea che questa scadenza amministrativa non è certo il traguardo ma il punto di partenza da cui partire come Giunta e Consiglio per il Buon Governo della Città.

Anche se siamo partiti dall’ultima assemblea dell’anno in cui si è approvato il bilancio 2024, va evidenziato che nel corso del 2023, la sala Maggiore del Municipio di Chioggia ha visto la convocazione di ben 23 assemblee, per un totale di 170 deliberazioni consiliari pubblicate e, in particolare, vale la pena evidenziare quelle che possono essere rubricate come epocali, oltre le sedute ordinarie di bilancio:

– la delibera 139/23, grazie alla quale si dà continuità concreta, dopo anni di immobilismo, allo spostamento del Commissariato di Polizia alla Cittadella della Giustizia. Grande responsabilità ma anche soddisfazione del Consiglio comunale unito.

– la delibera 59/23 che, finalmente, ha dato il via ai primi rogiti per l’acquisto da parte dei privati delle proprie case situate nell’ex area imbonita del Lusenzo di Sottomarina, sanando la ormai secolare situazione, divenuta insostenibile per molti cittadini o loro eredi.

– la delibera 154/23, quella del “Nuovo Regolamento del Consiglio comunale”, atteso da oltre 10 anni, che ha visto l’apertura della maggioranza alle tantissime richieste della minoranza, la quale purtroppo non ha contraccambiato, astenendosi al voto;

– la delibera 119/23, per citarne un’altra, in vista della valorizzazione dell’area “ex Agip”, destina ben 5 ettari alla futura produzione di energia fotovoltaica allo scopo di calmierare i costi delle bollette comunali.

Tra le numerose delibere presentate nel corso dell’anno, una decina di deliberazioni hanno riguardato revisioni ad alcuni regolamenti (“accessi civici e accesso atti”, “barbiere/acconciatore”, “commercio aree pubbliche”, “mercato ittico”, “soggiorni climatici anziani”, “polizia urbana e civica convivenza”, ecc…) per un migliore aggiornamento e maggiore fruibilità dei servizi da parte dei cittadini.

La presidenza del Consiglio comunale, in questo 2023, è stata, inoltre, coinvolta con attività in merito al “Patto d’Amicizia Chioggia-Cervia”, il “Consiglio comunale dei Ragazzi” ed altri eventi istituzionali, oltre a lavorare a stretto contatto con l’Ufficio di Presidenza del comune di Venezia, e coinvolgendo altre città capoluogo, al fine di dare corso agli aggiornamenti dei gettoni di presenza ex D.M. 119/2000

Scritto da: Redazione

Rate it

0%