Dalla città metropolitana

Elezioni europee 2024: Sul sito del Comune di Venezia il form per candidarsi al ruolo di scrutatore

today29 Marzo 2024 25 5

Sfondo
share close

Un modo più veloce, snello e trasparente per selezionare gli scrutatori ai seggi per le prossime elezioni europee dell’8 e 9 giugno. Il Comune di Venezia, infatti, ha messo a disposizione un webform pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente per dichiarare la propria disponibilità. “In questo modo diamo l’opportunità, in modo semplice e trasparente, a coloro che sono iscritti nell’albo ad hoc di inviare la disponibilità a svolgere il servizio ai seggi – dichiara l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini – i cittadini disoccupati o studenti avranno la priorità nell’ottica di favorire chi dovesse trovarsi in una situazione di bisogno o di difficoltà”.

Il modulo digitale dovrà essere inviato prima che la commissione elettorale si riunisca per la nomina degli scrutatori, ossia tra il 25° e il 20° giorno precedente le consultazioni. Il termine quindi sarà a metà maggio circa, dopodiché eventuali candidature saranno prese in considerazione solo in caso di necessità di sostituzioni dell’ultimo minuto.

“Una modalità innovativa per contribuire a rendere le procedure più agili e senza necessità di intermediazione – aggiunge Venturini – Siamo convinti che in questo modo allargheremo la platea dei cittadini interessati favorendo così la partecipazione soprattutto a chi ne avesse bisogno dal punto di vista sociale o economico. Ricordiamo inoltre che è sempre possibile iscriversi all’Albo degli Scrutatori, precondizione per essere poi chiamati ai seggi. Per chi fosse interessato all’inserimento nell’albo scrutatori è disponibile sul portale DiMe un webform da compilare entro il 30 novembre di ogni anno”.

Intanto le attività preliminari del Servizio elettorale comunale sono già in corso: alle prossime europee, oltre ai seggi ordinari, saranno infatti allestiti altri 50 seggi straordinari dove si effettuerà lo spoglio delle schede provenienti dai consolati italiani nei paesi UE.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%