Notizie Locali

Chioggia, al via la riqualificazione di 4 aree di verde pubblico

today4 Dicembre 2023 204 9

Sfondo
share close

Sant’Anna, Valli, Isola Verde e le zone in prossimità dell’Arena Duse di Sottomarina, saranno queste le 4 aree della città interessate dai lavori di riqualificazione presentati stamattina in Municipio. Un imponente progetto di riqualificazione urbana con una spiccata propensione per l’inclusione sociale e il risparmio energetico, così come previsto dal PNRR.

“Si tratta di un ampio progetto che ci ha visti impegnati in un gioco di squadra, un lavoro congiunto tra servizi sociali, lavori pubblici, urbanistica e ambiente per il quale ringrazio tutti. Una risposta importante che daremo a tre frazioni e al cuore di Sottomarina. Utilizzeremo questi fondi del PNRR per recuperare e rivitalizzare tante aree verdi pubbliche, per destinarle in parte a luogo di incontro per soggetti fragili e in parte allo svolgimento di attività di promozione culturale, per la didattica e per le attività ricreative. Fondamentale, come dico sempre, il rispetto degli arredi che verranno posizionati, delle giostrine, dei giochi inclusivi. Sarebbe un’enorme spreco, oltre che un profondo dispiacere, vederli rovinati. Colgo l’occasione per ringraziare il sindaco della Città Metropolitana, Luigi Brugnaro, per aver coinvolto i comuni del territorio per la compartecipazione al programma” ha illustrato stamane Mauro Armelao, Sindaco di Chioggia.

“Sono davvero orgogliosa di presentare questo progetto che vedrà la piantumazione in totale di circa 250 nuovi alberi. L’importanza del recupero delle aree verdi è un capitolo importante di questo intervento così sfaccettato che, ad esempio, a Valli, includerà anche una zona per “sgambamento” cani. Un lavoro di squadra reso possibile grazie al prezioso impegno di tutti i Servizi del Comune” ha affermato Serena De Perini, Assessore all’Ambiente del Comune di Chioggia.

“La riqualificazione comprende anche spazi per anziani, per persone con disabilità. Una delle finalità del progetto, infatti, era proprio il recupero di aree degradate da destinare all’inclusione. Da qui è stata condotta una sorta di survey anche con le associazioni del territorio dalla quale sono emerse le esigenze di giovani, famiglie proprio sulla creazione di spazi pubblici di aggregazione e per fini terapeutici, basti pensare agli anziani con patologie neurodegenerative. Il progetto prevederà proprio questa aree.” ha spiegato Sandro Marangon, Assessore alle Politiche sociali del Comune di Chioggia.

Progetto definitivo ed esecutivo delle aree verdi a Chioggia: H&A Associati – Venezia. Gruppo di lavoro coordinato da: architetti Matteo Cibin, Seihyung Cho e paesaggista arch. Lorenzo Ortolan. Presente stamattina anche l’arch. Michele Carrano.

Il progetto

L’intervento è finalizzato al recupero di aree pubbliche ad oggi in stato di degrado da trasformarsi in luoghi di aggregazione e socializzazione per la promozione di attività e servizi scolastici, socio educativi, culturali e sportivi. La proposta progettuale è stata elaborata dall’Ente secondo le linee guida ministeriali in tema di PNRR e gli indirizzi della Città metropolitana di Venezia, avente oggetto: “Intervento finalizzato al recupero, quali luoghi di aggregazione e socializzazione, di aree pubbliche ad oggi in stato di degrado per la promozione di attività e servizi scolastici, socio educativi, culturali e sportivi”.

Il progetto clodiense si inserisce in un intervento più complesso e articolato, denominato “Bosco dello Sport”, presentato dalla Città Metropolitana di Venezia, in qualità di capofila. Sono stati inseriti 28 comuni della Città Metropolitana, tra cui il Comune di Chioggia, al quale, sulla base del numero degli abitanti e indice di vulnerabilità IVSM, risultano assegnati € 5.234.288,10. Di questi, 3.300.000 verranno impiegati per il progetto di riqualificazione delle 4 aree verdi in questione.

Ogni Comune ha sviluppato la propria idea progettuale, ma il filo conduttore di tutti gli interventi è costituito dalla manutenzione per il riuso e rifunzionalizzazione ecosostenibile di aree pubbliche e strutture edilizie destinate allo sport, al tempo libero, alle attività ludico ricreative e di inclusione sociale.

I lavori partiranno a breve, dopo che la ditta che realizzerà l’intervento, Il Germoglio, avrà stilato il cronoprogramma in base alle ricognizioni che farà proprio in questi giorni. Il termine dei lavori, in base ai dettami del PNRR, deve essere necessariamente il 30 giugno 2026 ma molto probabilmente la durata sarà più breve.

Il progetto prevede anche il primo anno di manutenzione del verde a carico dell’impresa che realizzerà i lavori. Fanno parte dello stesso progetto anche la riqualificazione energetica del Centro Fitness che si trova all’interno dell’area interessata dal principale intervento (Arena Duse) del costo di 450.000 euro e il recupero edilizio degli Esagoni che si trovano all’interno dell’area di pertinenza dell’ex colonia della Croce Rossa del costo di 250.000 euro.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%