Notizie Locali

Dolfin:“Circa 140 mila presenze alla sagra del pesce di Chioggia, un successo in un difficile momento per il comparto”

today20 Luglio 2022 61

Sfondo
share close

“Sagra del Pesca di Chioggia, circa 140 mila presenze in dieci giorni. Un successo per l’iniziativa in un momento difficile per il comparto: sono stati raggiunti gli standard delle precedenti edizioni nel 2017 e 2018, prima del Covid”.

Così il consigliere regionale dell’intergruppo Lega – Liga Veneta Marco Dolfin, annuncia i numeri dell’83^ edizione della sagra del pesce di Chioggia, che si è tenuta quest’anno dall’8 al 17 luglio.

“I pasti a base di pesce – spiega Dolfin – serviti ai tavoli, in questi dieci giorni, sono stati circa 46mila, le presenze invece molte di più, basti pensare a chi ha optato per le due cicchetterie in cui assaporare i tipici “cicchetti”. E’ una partecipazione che dimostra, ancora una volta, quanto la tradizione enogastronomica dei nostri piatti tipici sia sentita e richiesta sul nostro territorio. Dopo due anni di interruzione, dovuti all’emergenza Covid 19, l’amministrazione comunale ha infatti organizzato la 83° edizione della sagra con la collaborazione della locale proloco “Chioggia Sottomarina”. Un evento cominciato l’ultimo giorno degli Stati generali della pesca, dunque la prosecuzione di quell’attenzione e promozione di un settore in crisi che va assolutamente aiutato, anche con iniziative come questa che valorizzano le risorse naturali e culturali e le nostre tradizioni locali, i prodotti gastronomici tipici della nostra economia ittica, orticola e della panificazione”.

“La presenza del presidente Luca Zaia – sottolinea il consigliere – e dell’assessore alla pesca Cristiano Corazzari, quest’ultimo reduce dalle quattro giornate degli Stati generali della pesca, dimostrano l’attenzione e la vicinanza della Regione del Veneto agli operatori del settore in questo difficile momento”.

“La sagra del pesce ha dimostrato come decine di migliaia di visitatori sono pronti ad assaporare i piatti e le ricette della tradizione culinaria locale negli stand e nei ristoranti. Un motore di attrazione, anche turistica, che va oliato: per questo è fondamentale continuare a lavorare affinché da Roma e dall’Europa arrivino aiuti concreti mirati alla sopravvivenza del comparto”.

“Un connubio tra gli stand che ha visto operare assieme produttori e associazioni del terzo settore – conclude il consigliere – in cui si sono potute degustare bontà gastronomiche del nostro territorio, dall’antipasto al dolce: fritture di pesce di mare e di laguna, il “saore”, il pasticcio di pesce, i “peoci”, le vongole in “cassopipa”, le seppie in umido con polenta, il fasolaro crudo o gratinato, il radicchio di Chioggia, la cipolla bianca, le carote, i “bossolà”, i “papini”, la “ciosota”, le “bisiole” e tanto altro. Eccellenza che fanno parte della nostra tradizione e cultura”.

Scritto da: Redazione

Rate it

Articolo precedente

Notizie Locali

Arrivano le telecamere nelle frazioni e nei luoghi sensibili, Armelao:”Dalle parole ai fatti”

Le frazioni di Chioggia, ma anche alcune altre zone sensibili come ad esempio Piazzale Europa ed il Lungomare Adriatico a Sottomarina, saranno presto dotate di video sorveglianza. Ad annunciarlo è il sindaco Mauro Armelao, che proprio oggi era in sopralluogo insieme ai tecnici della società che dovrà installare le telecamere per la videosorveglianza. “Passiamo dalle parole ai fatti” ha affermato Armelao. “Tra qualche mese partiranno i lavori che vedranno l’installazione, […]

today20 Luglio 2022 36


0%