Notizie Locali

Servizio mensa: È scontro opposizione – amministrazione sull’aumento del costo

today13 Settembre 2022 30 5

Background
share close

Duro botta e risposta tra le opposizione e l’amministrazione comunale in merito all’aumento del costo del servizio mensa per le scuole.

È vergognoso – afferma il il Capogruppo M5S Daniele Stecco – che in un momento economico così difficile fatto di forti aumenti per le bollette, rincari per la benzina, aumenti per la spesa alimentare, per non parlare dei libri e materiali scolatistici, mentre gli stipendi restano fissi e le famiglie devono fare i salti mortali per far quadrare il proprio bilancio familiare magari usando i pochi risparmi se li hanno o saltando la rata del mutuo o dell’affitto per comprare da mangiare ai propri figli” continua Stecco “mi chiedo come si possa pensare di aumentare di 1 Euro sapendo tutte queste difficoltà che stanno vivendo moltissime famiglie. Questa è la sensibilità del centro destra ai veri problemi dei cittadini? Ma il Sindaco Armelao dove vive? Anzichè perdere del tempo per i selfie puramente mediatici, pensi a risolvere i problemi, lo esorto nuovamente a far qualcosa e di utilizzare i 2,4 milioni di avanzo disponibile prima che la situazione degeneri.

Sulla questione è intervenuto anche il dem Lucio Tiozzo, secondo il quale “in un momento dove il caro bollette e l’aumento dei costi generali dovuti all’inflazione, questo ulteriore aggravio di costi, si poteva evitare, attraverso una gestione più oculata delle risorse comunali”.

Secca la replica dell’assessore Daniele Tiozzo Brasiola:”Stiamo lavorando per rimediare ai loro errori e alle loro mancanze visto che per 5 anni han ben pensato di lasciare il problema a chi verrà dopo”. “È giusto ricordare – continua l’assessore – che parliamo di un servizio che complessivamente costa oltre 1 500 000, 00 € all’anno e che è a carico dell’ente per oltre il 50%. L’irresponsabilità e l’opportunismo con cui si critica l’adeguamento delle tariffe del servizio refezione mensa, mai adeguate da oltre 10 anni, in un momento storico che vede il costo del carrello della spesa aumentare come mai dal 1984 rendendo impossibile un servizio adeguato con le vecchie tariffe, lascia disarmati”.

Written by: Redazione

Rate it

Previous post

Notizie Locali

Concluso il fermo pesca, i pescherecci tornano in mare

Si è concluso questa notte, in Alto Adriatico, il fermo pesca cominciato lo scorso 29 luglio. Emblematica la situazione questa mattina nel canal San Domenico, con le rive completamente sgombre dai pescherecci che vi avevano ormeggiato nelle ultime settimane. Il fermo è caduto quest’anno in un momento difficile – denuncia Coldiretti Impresapesca – poiché il blocco dell’attività va a sommarsi al caro carburanti con il prezzo medio del gasolio per […]

today12 Settembre 2022 20


0%