Notizie Locali

In consiglio comunale è scontro sulla TARI tra amministrazione e PD

today2 Gennaio 2023 59

Sfondo
share close

È scontro aperto in consiglio comunale tra l’amministrazione comunale ed il gruppo del Partito Democratico, con oggetto del contendere i recenti aumenti in bolletta della TARI. I Democratici contestano infatti – in aula con tanti di cartelli –  l’aumento della tassa di rifiuti.

“In un momento storico dove la gente non riesce a mettere insieme il pranzo con la cena, questa amministrazione aumenta tutto, compresa la Tari – affermano in una nota gli esponenti del Pd – il sindaco negava sapendo di non dirci le cose come stanno, ci hanno accusato di fare allarmismo quando abbiamo avvisato la città con un volantinaggio pubblico dell’aumento delle tasse, ma adesso il conguaglio ha dimostrato che avevamo visto bene noi. Tutte le tasse che potevano essere aumentate vengono aumentate compresa la Tari. Non finisce qui: il prossimo anno, oltre alle famiglie, pagheranno di più anche le categorie economiche che oggi sono esenti. Noi vogliamo che si mettano al centro i bisogni della gente, soprattutto in questo momento in cui nella nostra Regione il tasso di povertà è raddoppiato. Basta mani in tasca ai cittadini, usiamo il tesoretto che abbiamo per andare incontro ai più deboli”.

Non si è fatta attendere la replica del sindaco Mauro Armelao, che parla di “teatrino dell’opposizione”. Gli aumenti sono dovuti, spiega la maggioranza, dalle decisioni di Arera.

“Gli aumenti in bolletta” spiega il sindaco Armelao “non sono stati una scelta nostra ma delle decisioni di ARERA”, l”Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Una vicenda che vede coinvolto non solo il Comune di Chioggia, dove si registrano gli aumenti maggiori, ma diverse altre realtà territoriali.

“Non si possono più vedere simili spettacoli” contesta Armelao rivolgendosi ai consiglieri del Partito Democratico. “A nessuno piace aumentare le spese alle famiglie, ma insieme ad altri sindaci faremo fronte unico nei confronti di Arera per le future decisioni. A parti invertite si troverebbero loro ora nella nostra stessa condizione, ma si sa che il ‘lavoro’ della minoranza è quello di criticare a prescindere” ha spiegato il primo cittadino.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%