Dalla città metropolitana

Il Carnevale di Venezia 2023 arriva anche a tavola con la rivisitazione dei piatti tipici della cucina veneziana

today9 Febbraio 2023 133 1 5

Sfondo
share close

Il Carnevale di Venezia “Take Your Time For The Original Signs”, in scena dal 4 al 21 febbraio, vuole sorprendere anche i palati più esigenti con la seconda edizione del “Carnevale del gusto”, la manifestazione enogastronomica  ideata da Fabio Busetto in collaborazione con Andrea Rizzo e Maria Botter, curata da Veneziaeventi e inserita ufficialmente nel palinsesto delle attività carnevalesche.

Dopo il grande successo dello scorso anno, gli osti del centro storico della città lagunare sono nuovamente chiamati a sprigionare la loro creatività e proporre piatti, cicchetti o cocktail liberamente ispirati al tema del Carnevale 2023, ovvero ai segni della natura e delle costellazioni, oltre a tutti quei simboli originali che contraddistinguono la festa veneziana.

Erbe, spezie e aromi della Serenissima si intrecciano allo Zodiaco e ai quattro elementi: ai Pesci ad esempio, che nell’astrologia sono collegati all’acqua, si affianca la noce moscata, dal sapore raffinato e utilizzata da secoli non solo per insaporire i cibi ma anche per le sue proprietà curative. I Gemelli invece, segno d’aria, prediligono la lavanda, mentre il Sagittario, il cui elemento è il fuoco, ha una forte attrazione per lo zenzero dell’Oriente. Segni e aromi, quindi, per creare un’esperienza edibile fatta di sensualità nel gusto e personalità nella proposta glamour enogastronomica.

In una Venezia trasformata in laboratorio creativo enogastronomico diventa gioco carnevalesco il reinventare e trasformare la tradizione, proponendo cicchetti ispirati allo Zodiaco, a una poesia di Jérémie Decalf, o ancora cocktails a base di prodotti locali e piatti insaporiti da erbe di laguna.

Scopo dell’iniziativa, aperta a tutti e completamente gratuita, è dare delle proposte enogastronomiche di qualità a tutti coloro che quest’anno decideranno di passare una giornata all’insegna del divertimento e dell’allegria nei campi e nelle piazze veneziane.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%