Notizie Locali

ZTL: Pre-esercizio si, ma la partenza ufficiale slitta all’estate

today2 Marzo 2023 110 1 5

Sfondo
share close

Prevista per i primi di aprile, slitta ancora la partenza della nuova zona a traffico limitato in centro storico a Chioggia, sebbene il sindaco Armelao confermi l’attivazione tra maggio e giungo.

“Nessun passo indietro sulla zona a traffico limitato – ha spiegato Armelao in consiglio comunale, rispondendo ad una interrogazione del consigliere del Movimento 5 Stelle Daniele Stecco – attualmente i residenti che hanno registrato i propri mezzi nel sistema sono circa 4mila, ma ne mancano all’appello ancora tanti, siamo a circa metà dell’obiettivo. Quindi abbiamo deciso di prorogare, per una seconda volta, la fase di registrazione e in giunta, nei prossimi giorni, vedremo se farlo per 15 o 30 giorni”

Nei giorni scorsi avevamo pubblicato un articolo nel quale annunciavamo l’avvio della fase di pre-esercizio il 1 marzo e in merito alla quale avevamo avuto in tal senso rassicurazioni da parte del sindaco nei giorni precedenti. L’avvio di questa fase propedeutica effettivamente ci sarà a breve, ma bisognerà attendere ancora qualche giorno.

“È  nostra intenzione – continua ancora Armelao – avviare il prima possibile il pre-esercizio che doveva partire ieri con l’inizio del mese di marzo che prevede l’accensione delle telecamere per il monitoraggio della situazione, senza ovviamente dare le multe ai trasgressori. Il pre-esercizio otterrebbe probabilmente anche altri due risultati: il primo di incentivare i residenti a registrarsi se ancora non lo hanno fatto e il secondo di tenere distanti dal centro storico le macchine dei turisti nei weekend, quando spesso vengono parcheggiate in zone vietate anziché nei parcheggi autorizzati”.

Il pre-esercizio, una volta attivato, per legge dovrà durare almeno un mese e l’obiettivo è quello di arrivare ad un’attivazione ufficiale della Ztl entro l’estate.

Nel frattempo l’amministrazione comunale è al lavoro per cercare di creare ulteriori parcheggi nelle vicinanze del centro storico ed una boccata d’ossigeno in tal senso potrebbe arrivare dallo spostamento, seppur in via provvisoria, del deposito degli autobus da Borgo San Giovanni al porto di Val da Rio. “Tutti sanno benissimo che non amo fare lo sceriffo – ha spiegato Armelao – e ho sempre detto che la Ztl sarebbe partita quando avremmo creato i giusti parcheggi a ridosso del centro. Per questo stiamo lavorando sempre più velocemente allo spostamento egli autobus dal deposito di Borgo San Giovanni destinato a diventare uno dei maxiparcheggi serviti poi dai bus navetta per il centro. L’Autorità portuale ci ha concesso, in Val Da Rio, un’area per due anni per ospitare i pullman e stiamo parlando con le tre aziende interessate dal trasferimento. Contemporaneamente, sempre in Val da Rio, stiamo cercando un’area dove realizzare il nuovo deposito”

Scritto da: Redazione

Rate it

Articolo precedente

Notizie dal Veneto

La Giunta regionale approva il piano della mobilità ciclistica

“Oggi si apre la strada a una nuova visione di ciclabilità, nella quale la bicicletta diventa un mezzo al servizio di cittadini, turisti e imprese. Il Piano Regionale della Mobilità Ciclistica è il primo piano di mobilità lenta con una visione territoriale a 360°, ma soprattutto un progetto destinato a lasciare un segno sul territorio e un lascito dal valore culturale, ambientale, turistico ed economico”. Con queste parole la Vicepresidente […]

today2 Marzo 2023 43


0%