Notizie Locali

Chiusi i workshop “Destinazione crocieristica”, tra conferme e sorprese

today11 Maggio 2023 67 5

Sfondo
share close

Numeri record e tante proposte concrete emerse nei 4 incontri programmati sono il bilancio del progetto “Chioggia: destinazione crocieristica”, ideato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale in collaborazione con il Comune di Chioggia.

Presente per l’Amministrazione comunale l’Avv. Riccardo Griguolo, Consigliere delegato al Turismo, Eventi e Marketing territoriale. “L’industria delle crociere si conferma un volano positivo per la città di Chioggia, con una partecipazione massiccia degli operatori economici ai workshop organizzati dall’Autorità di Sistema Portuale”, ha detto il Consigliere Griguolo. “Questi incontri mirano a potenziare la collaborazione tra le imprese locali e le compagnie di crociera, promuovendo sinergie che contribuiscono alla crescita economica e alla valorizzazione del territorio. Chioggia, con la sua storia e la sua cultura uniche, si afferma sempre di più come una destinazione di rilievo nel panorama crocieristico, offrendo esperienze autentiche e coinvolgenti per i visitatori. Il coinvolgimento attivo degli operatori economici testimonia l’impegno e l’entusiasmo della comunità locale nel sostenere lo sviluppo sostenibile del turismo crocieristico”.

I temi sul tavolo erano tutti interessanti e tutti legati alla nostra tradizionale accoglienza turistica come la gastronomia, l’offerta culturale, gli eventi e l’intrattenimento, con una variazione sul tema: esperienze e mestieri identitari.

I 4 workshop si sono conclusi settimana scorsa confermando l’ottima risposta degli operatori economici cittadini. Erano poco meno di un’ottantina infatti gli iscritti anche agli ultimi due workshop dello scorso 4 maggio: esperienze e mestieri identitari ed eventi e intrattenimento.
Se l’offerta culturale si conferma uno degli asset della proposta turistica della città, seguito dalla gastronomia e dagli eventi, è il tema delle esperienze e dei mestieri identitari la nuova frontiera del turismo. Vale la pena investirci in termini di impegno sia economico che formativo dato che si tratta di una tipologia di offerta che presuppone un elevato livello di professionalità. Si deve infatti conciliare l’autenticità con la capacità del visitatori di entrare in contatto con la realtà locale. In particolare, nel corso del workshop, sono stati proposti numerosi mestieri del passato su è ancora possibile avere un’esperienza diretta grazie ai figuranti, custodi della storia locale. Dalla realizzazione delle corde delle imbarcazioni e delle reti allo squero al ricamo, sono numerosi i mestieri che parlano delle nostre antiche tradizioni. L’offerta di eventi e intrattenimento è in fase di realizzazione, necessario il coinvolgimento degli attori principali come le scuole di musica. E le iniziative non si fermano qui, al via a breve altre novità.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%