Notizie Locali

Forte San Felice: Le prime visite del 2023 fanno il sold out, prossimo appuntamento il 17 giugno

today15 Maggio 2023 279

Sfondo
share close

Forte San Felice in festa sabato 13 maggio, primo appuntamento in occasione delle Giornate Nazionali dei Castelli del programma 2023 di apertura al pubblico della nostra fortezza. Le prenotazioni online avevano esaurito subito i posti disponibili, ma non siamo riusciti a dire di no ad altri visitatori che sono venuti appositamente.

Smentendo le previsioni meteorologiche di grande incertezza, anche il bel tempo ha contribuito a rendere ancor più gratificante una visita per molti, sia cittadini di Chioggia che di altre città, attesa da tanto tempo, alla scoperta di un tesoro che abbiamo a portata di mano e che resta ancor misconosciuto. “Davvero una bella esperienza!”. “Bellissima visita, complimenti per l’esposizione coinvolgente e la passione!”. ”Visita emozionante! E’ stato bello scoprire  questo gioiello ed essere turisti a casa nostra!”.

Queste alcune delle manifestazioni di apprezzamento da parte dei visitatori, che esplodono tutti in un “Che bello!!!” quando al termine del percorso di visita si sale sul BELVEDERE col magnifico panorama sulla laguna e la città. Vedendo le condizioni in cui versa il Forte, i visitatori chiedono informazioni su modi e tempi di recupero: “Speriamo in un restauro al più presto di questo posto unico!”. E plaudono a chi con dedizione si impegna per il suo recupero, i volontari del Comitato FSF che con le visite continuano a coinvolgere  i cittadini nell’azione di sollecito verso gli Enti. Sentono di finanziamenti stanziati, si attendono prossime aperture di cantieri dopo un periodo troppo lungo di stallo. Ma sempre dobbiamo ringraziare MARIFARI per l’autorizzazione alle visite e in particolare il reggente Nordio Diego per l’accoglienza: da tutti lodi per i prati centrali ottimamente curati!

Il prossimo appuntamento per le visite SABATO 17 GIUGNO. Le iscrizioni si apriranno on line sul sito www.eventbrite.it due settimane prima.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%