Notizie dal Veneto

Granchio blu, assessore Corazzari: “C’e’ chi parla e chi agisce, la Regione Veneto ha agito”

today18 Luglio 2023 112

Sfondo
share close

“La Regione del Veneto si sta muovendo attivamente sulla problematica del Granchio Blu in stretto contatto con il Prefetto di Rovigo, la Provincia di Rovigo il Comune di Porto Tolle e la Regione Emilia Romagna. In particolare, in qualità di Presidente di turno del Distretto di Pesca del Nord Adriatico, organismo riconosciuto dal Ministero dell’Agricoltura e composto dalle tre Regioni costiere dell’Adriatico settentrionale, ho convocato d’urgenza una riunione del Comitato Direttivo per il prossimo giovedì 20 luglio specificamente dedicata all’emergenza Granchio Blu”. Lo dice l’Assessore alla Pesca della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, in relazione ai timori e a qualche polemica emersi dopo la comparsa del granchio blu nelle acque del Polesine.

“Da giorni – aggiunge Corazzari – la Regione del Veneto sta lavorando fianco a fianco con il Comune di Porto Tolle e il Consorzio delle Cooperative pescatori del Polesine per individuare le concrete misure efficaci per affrontare il fenomeno, tra le quali le modalità migliori per la cattura di tale specie aliena e idonee forme di utilizzo e smaltimento degli esemplari catturati”.

Corazzari ricorda che L’Ordinanza del Sindaco del Comune di Goro del 7 luglio 2023 “non ha fatto altro che autorizzare per l’area ferrarese modalità di intervento e attrezzature che erano già consentite e in pieno utilizzo nelle lagune venete fin dall’approvazione della Carta Ittica Regionale e del Regolamento Regionale dello scorso gennaio 2023. Ciò che è stato messo in atto a Goro dal 7 luglio in Comune di Porto Tolle si faceva già da almeno 6 mesi. Tutti gli interventi messi in campo a Goro erano già stati assunti dalla Regione del Veneto in precedenza; e così sarà anche in futuro, in considerazione della strettissima collaborazione tra le due Amministrazioni Regionali”.

“In pieno accordo con il Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine – conclude Corazzari – stiamo mettendo a punto nuove e più efficaci forme di intervento che saranno definite in tempi molto brevi, in accordo con Prefettura di Rovigo e Comune di Porto Tolle. La Regione del Veneto, peraltro, aveva affrontato il problema del Granchio Blu fin dal novembre scorso, affidando una specifica ricerca sul tema all’Università di Venezia in collaborazione con la Fondazione della Pesca di Chioggia”.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%