Notizie Locali

A Chioggia si lavora per efficentare per il palazzo comunale

today15 Settembre 2023 102

Sfondo
share close

Proseguono i lavori per adeguare la sede centrale del Municipio a nuovi e più attuali standard che garantiscano maggior risparmio energetico.

“Da un calcolo eseguito dai nostri Uffici competenti abbiamo rilevato che, a lavori ultimati, il risparmio energetico in termini generali si può attestare intorno al 35/40%. Si tratta di un risparmio economico considerevole che potremo calcolare con esattezza appena saremo a regime. Adeguando le nostre strutture alle indicazioni di legge arriveremo a contenere in maniera sensibile le spese energetiche totalizzate l’anno scorso” ha illustrato Angelo Mancin, Assessore ai Lavori pubblici del Comune di Chioggia.

I lavori
Importate l’investimento economico messo a disposizione per questa altrettanto fondamentale voce che riguarda l’efficientamento energetico della sede centrale del palazzo municipale.
Si tratta di 2.200.000,00€ così suddivisi: 1.277.505,00€ per la cabina elettrica esterna al palazzo municipale, si tratta della struttura portante dove arrivano tutte le derivazioni dell’impianto complessivo; l’installazione di tutte le macchine esterne per impianti di condizionamento; la nuova centrale termica completa; l’impianto antincendio; l’impianto per la sicurezza.
Con i 958.035,29€ restanti sono stati eseguiti lavori di: efficientamento luminotecnico con la sostituzione dei corpi illuminati che prima erano a neon o lampade a incandescenza e che sono state sostituite con lampade a led che sono più efficienti e sostenibili. Inoltre sono stati posizionati dei sensori di presenza in modo che le luci si spengano automaticamente quando non c’è nessuno nella stanza. E ancora, è stato rifatto l’impianto di condizionamento interno adeguandolo alla normativa; terminati i lavori dei controsoffitti anche nei corridoi del palazzo municipale in Corso del Popolo, abbassati in modo da contenere la dispersione termica; sostituiti tutti i serramenti esterni, finestre e porte d’accesso. Ovviamente tutti i serramenti sono in legno come indicato dalla Soprintendenza dei beni architettonici di Venezia, dotati di vetrocamera ad alto contenimento termico e acustico.
I lavori sono stati eseguiti in contemporanea con l’ordinaria attività degli uffici.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%