Notizie dal Veneto

A Chioggia la seconda edizione del “Summit del Mare – Costa veneta green lab” della Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto

today7 Ottobre 2023 137

Sfondo
share close

Il comune di Chioggia (VE) ha ospitato oggi la seconda edizione del Summit del Mare 2023: le buone pratiche per uno sviluppo sostenibile ambientale, economico e sociale dei settori strategici della costa veneta, dell’agricoltura, della pesca e del turismo.

Oltre duecento sono stati i soggetti pubblici e privati coinvolti in questi veri e propri stati generali dei comuni della costa veneta: suddivisi in 11 tavoli tematici di lavoro, dirigenti pubblici, titolari di impresa, liberi professionisti, sindaci e assessori si sono impegnati nel trovare elementi comuni e iniziative condivise per offrire strumenti e risorse allo sviluppo del territorio costiero.

Oggi la costa veneta è la maggior area per il turismo balneare italiano sia per presenze che per PIL prodotto, e una delle più quotate in Europa.
I tempi dei record sono arrivati e le risposte delle località, attraverso i loro sindaci, sono di qualità: una qualità ricercata con le buone pratiche amministrative e con le proposte innovative dei privati. Proprio da questo insieme, pubblico-privato, ha preso il via il confronto successivo ai tavoli di lavoro.

Nathania Zevi, giornalista RAI, ha condotto un incontro in cui i contenuti hanno fatto da padrone. La Carta della Costa Veneta, che i Sindaci hanno sottoscritto lo scorso anno, oggi è stata arricchita da un nuovo accordo: l’Addendum 2023. “Ci vogliamo occupare, attraverso delle azioni molto concrete che abbiamo individuato, dei settori produttivi dell’agricoltura, della pesca e del turismo – puntualizza Roberta Nesto, Sindaco di Cavallino Treporti e Presidente della Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto – Confrontarci tra di noi e con le aziende private, mettere di fronte ai nostri progetti la consapevolezza che operiamo per un territorio vasto, ricco e pieno di opportunità, consente ad ognuno di noi, per il ruolo che rappresenta, di dare il meglio sia dal punto di vista delle idee che da quello economico e degli investimenti. Stiamo agendo, per la prima volta, con un approccio da area vasta e sappiamo di essere tra i pochi, anche in Europa”.

Molto dibattuta è stata la possibilità di accrescere la competitività delle aziende rispettando e tutelando il patrimonio ambientale “E, aggiungo, quello sociale e culturale. Per noi a Chioggia – dichiara Mauro Armelao, Sindaco di Chioggia, che con i colleghi di Rosolina, Porto Viro e Porto Tolle ha ospitato il summit – il peso della pesca, di cui siamo uno dei maggiori porti italiani, è non soltanto economico ma anche sociale: la nostra cultura locale è impregnata da questa attività e ne vive i tempi e le scadenze.
Inoltre sentiamo la necessità di unire le nostre forze, i nostri potenziali, avere delle amministrazioni comunali che recepiscono le esigenze del territorio. I risultati, tuttavia, non saranno raggiunti appieno senza anche il coinvolgimento delle categorie del territorio, interlocutori importanti per la costruzione di strategie vincenti”.

Un progetto trasversale, sottoscritto dai sindaci nel loro atto conclusivo, l’Addendum 2023, fino al prossimo Summit del 2024 impegna tutte le amministrazioni della fascia costiera della Regione Veneto nel realizzare un “Laboratorio Costa Veneta 2030”, iniziativa che coinvolge attivamente i giovani e le scuole su percorsi educativi e didattici dedicati, fino ad arrivare a vere proprie azioni di avviamento al lavoro. Inoltre, lo stesso Summit ha promosso e presentato oltre 30 azioni concrete di operatori privati e delle 10 amministrazioni della Conferenza, nei settori produttivi dell’agricoltura, della pesca e del turismo. Tutte, ma proprio tutte, con una precisa azione di salvaguardia ambientale e di sostenibilità economica e sociale: il 2030 in questi territori sembra più vicino e più vicino il rapporto con le giovani generazioni!

Grande sostegno al tavolo di confronto tra i primi cittadini è arrivato anche dai livelli più altri della politica. Presenti in sala l’assessore al bilancio della Regione Veneto Francesco Calzavara, l’assessore regionale al territorio, cultura e pesca Cristiano Corazzari, il senatore Raffaele Speranzon e l’europarlamentare Rosanna Conte.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%