Notizie Locali

Tegnue patrimonio UNESCO, Penzo:”Cammino lungo e complesso, necessario il coinvolgimento di tutti”

today5 Novembre 2023 57

Sfondo
share close

Il nostro mare Adriatico, a poche miglia al largo di Chioggia, custodisce un tesoro prezioso: le Tegnùe, un habitat marino unico nel suo genere, caratterizzato da una straordinaria biodiversità, che ospita una variegata gamma di specie ittiche, alghe e microorganismi, contribuendo all’equilibrio ecologico della zona.

Tredici anni fa l’Associazione “Tegnue di Chioggia” durante un convegno alla sede UNESCO di Venezia – Palazzo Zorzi, ha fatto regolare richiesta di Patrimonio dell’Umanità per la Zona di Tutela Biologica delle Tegnue, con corposa documentazione tecnico/scientifica, consegnata sia a Venezia che a Roma.

L’obiettivo era e rimane garantire la protezione e la conservazione a lungo termine di un sito tanto unico per la sua biodiversità.

L’Amministrazione Comunale, come recentemente dichiarato, sta riprendendo il percorso richiesto, impegnandosi in tutte le attività necessarie. In queste settimane un gruppo di cittadini, sostenitori dell’Associazione Le Tegnùe, ha redatto un documento in cui chiede al Consiglio Comunale di assumere un impegno unanime nei confronti di questo obiettivo.

Tale documento contiene una dettagliata esposizione delle ragioni e dei benefici legati al riconoscimento UNESCO, e ha ricevuto anche l’adesione dei rappresentanti delle categorie economiche e di onorevoli cittadini.

“Il cammino verso il riconoscimento UNESCO sarà lungo e complesso, ma dopo tredici anni dalla prima richiesta, si riteniamo che, per ottenere l’attenzione degli organi competenti, Chioggia debba coinvolgere una vasta rete di attori composta da semplici cittadini, rappresentanti di tutti i settori economici, la Città Metropolitana di Venezia, la Regione Veneto, le Università di Padova e Venezia e tutti quanti vogliano arrivare a questo traguardo” afferma in una nota Giuseppe Penzo, socio onorario dell’associazione “Le Tegnue ONLUS”.

“Crediamo fermamente – prosegue Penzo tramite la nota – che questo coinvolgimento civico sostenga il processo formale e le iniziative che vorranno intraprendere il Sindaco Mauro Armelao e l’assessora Serena De Perini. Ci auspichiamo quindi che il sostegno della Città cresca sempre di più, coinvolgendo attivamente quante più persone possibili, affinché la richiesta presentata agli organi competenti non sia soltanto una formalità, ma rappresenti un sentito e condiviso desiderio di tutela e valorizzazione di questa parte di territorio”

Scritto da: Redazione

Rate it

0%