Notizie dal Veneto

Giornate dello sport: In Veneto coinvolti 100mila studenti

today2 Febbraio 2024 20

Sfondo
share close

“Quasi centomila studenti coinvolti, 6 mila docenti interessati dall’iniziativa, oltre 2300 esperti delle diverse discipline interessate, quasi 700 società sportive impegnate. Le Giornate dello Sport, nell’anno scolastico 2022-2023, hanno fatto registrare numeri davvero importanti, a dimostrazione che l’intuizione avuta dalla Regione del Veneto nel 2016, quando questa iniziativa ha preso avvio, sia stata un successo”.

Lo ha affermato l’assessore regionale all’Istruzione, Elena Donazzan, che questo pomeriggio, intervenendo all’assemblea generale di Assosport, a Verona, ha illustrato i risultati di un progetto nato otto anni fa e cresciuto nel tempo, per uno stanziamento complessivo pari a circa 1 milione di euro, con il coinvolgimento degli studenti delle scuole statali e paritarie di primo e di secondo grado e delle scuole di formazione professionale del Veneto.

“L’iniziativa, prevista nei tre giorni successivi alla chiusura delle scuole per le vacanze di Carnevale – ha spiegato l’assessore – consente agli istituti scolastici, nell’ambito della propria autonomia, di programmare eventi ed iniziative volte ad approfondire l’importanza dell’attività sportiva in termini educativi e di salute e a far conoscere agli studenti le discipline sportive presenti nel territorio, dando l’opportunità di praticarle anche negli ambienti scolastici. Non solo, per consentire la pratica di sport che si svolgono all’aria aperta nelle stagioni più calde e per dare la possibilità di sperimentare gli sport invernali in zone montane, è lasciata alle scuole la possibilità di programmare attività anche fino al 15 maggio. Un’occasione, tra l’altro, per favorire la conoscenza del territorio regionale e delle sue bellezze paesaggistiche e naturali. Moltissime le discipline praticate: sci (di fondo, alpino, nordico, discesa), pallavolo, ciaspolata, atletica, basket, rugby e calcio, ma vi sono state anche discipline sportive più nuove o meno tradizionali che raccolgono una discreta frequenza, quali padel, badminton, tiro con l’arco, parkour e vela. L’iniziativa si è rilevata occasione anche per provare sport nuovi come footgolf, footbike, roundnet, ultimate frisbee, tchoukball”.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore regionale allo Sport, Cristiano Corazzari. “È un progetto importante per diffondere la pratica sportiva fin da giovanissimi. Il Veneto del resto è una terra di sportivi e una palestra a cielo aperto. Con questo spirito ci prepariamo a vivere quest’anno per noi molto importante perché il Veneto è stato nominato Regione Europea dello Sport 2024, un titolo che ci rende orgogliosi ma che ci sprona a continuare il nostro impegno in questo settore”.

“Il successo di questa iniziativa – ha aggiunto l’assessore Donazzan intervenendo questo pomeriggio – è merito anche di Assosport, che ringrazio, per il ruolo fondamentale di organizzatore del sistema dei produttori di articoli sportivi. Le aziende del sistema sportivo sono così accompagnate nel definire strategie e nell’essere rappresentate per il valore complessivo che rappresentano direttamente come valore economico e occupazionale ma anche nel turismo, nel sociale e in ambito educativo”.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%