Dalla città metropolitana

Il presidente della Repubblica Mattarella e il sindaco di Venezia al Teatro Goldoni per la cerimonia di consegna del “Premio Ugo La Malfa”

today28 Maggio 2024 29

Sfondo
share close

Un lungo applauso ha accolto questa mattina l’ingresso al Teatro Goldoni del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, giunto in città in occasione della consegna del “Premio Ugo La Malfa per la Cooperazione Internazionale”. Prima della cerimonia, davanti a Ca’ Farsetti, ad accogliere il Capo dello Stato sono stati il sindaco di Venezia e il presidente della Regione Veneto. Il primo cittadino ha ringraziato Mattarella per la nuova visita in città a pochi mesi di distanza da quella del novembre scorso, quando presenziò all’inaugurazione della stagione lirica del Teatro La Fenice.

Alla sua prima edizione, il premio Ugo La Malfa è stato consegnato alla direttrice generale del Fondo Monetario Internazionale, Kristalina Georgieva, che davanti alla platea del Goldoni ha pronunciato il discorso di accettazione preceduto da una laudatio del governatore onorario della Banca d’Italia, Ignazio Visco.

Il riconoscimento è l’omaggio a uno dei protagonisti della vita politica italiana del secondo dopoguerra, laureato alla Ca’ Foscari nel 1926. Ed è proprio l’Università veneziana, con la Fondazione Ugo La Malfa, Enciclopedia Italiana Treccani e il sostegno di Banca Intesa Sanpaolo ad aver istituito il riconoscimento, che sarà consegnato a personalità del mondo delle istituzioni o della cultura che contribuiscono a difendere e a promuovere lo sviluppo della cooperazione internazionale. Ad aprire la cerimonia, questa mattina, è stato l’intervento della rettrice Tiziana Lippiello. In platea presenti numerose autorità politiche, civili e militari.

Ugo La Malfa (1903-1979), è stato ricordato nel corso della cerimonia dal figlio Giorgio, è stato uno degli esponenti della lotta contro il fascismo, membro dell’Assemblea Costituente e uno dei protagonisti della vita politica del Paese nella fase di ricostruzione della democrazia italiana e il suo inserimento nelle nascenti istituzioni democratiche europee.

Scritto da: Redazione

Rate it

0%